HomeAzioniAzioni da dividendo: su quali titoli investire

Azioni da dividendo: su quali titoli investire [2021]

Cosa sono le azioni da dividendo? Come riconoscere le azioni da dividendo? Conviene investire sulle azioni da dividendo?

Scopriamolo in questa guida completa sulle azioni da dividendo. Dove ti daremo qualche dritta anche sui migliori broker per investire in azioni.

Molti investitori stanno utilizzando le piattaforme di trading certificate per fare trading sulle azioni. Un esempio su tutti può essere il broker eToro. E' una piattaforma molto utilizzata che offre servizi molto interessanti, come il copy trading che permette di copiare le operazioni dei trader più esperti.

Per iniziare a fare trading di azioni con eToro cliccate qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Dividendo: cos’è

Cos’è un dividendo? Si tratta della parte di utile che viene distribuito da una società ai suoi azionisti. Il dividendo è uno dei principali motivi per cui un azionista sceglie un particolare stock azionario.

Un dividendo viene distribuito per decisione dell’assemblea ordinaria, sebbene si tratti di una tipica decisione degli amministratori della società. I quali, dopo aver definito il bilancio, ne prevedono l’erogazione in tempi, modi e quantità basati sulla necessità d’investimento dell’azienda.

Occorre comunque specificare che ad essere distribuito non sarà l’intero utile, ma solo una sola parte di esso. Dato che la legge prevede l’accantonamento di una parte di esso in percentuale fissa per “riserva legale” (fare in modo che i risparmiatori abbiano un rimborso in caso di fallimento della società) e di un’altra parte variabile a riserva straordinaria per i reinvestimenti o altre finalità aziendali.

Il dividendo può essere distribuito:

  • in un’unica soluzione annuale
  • in due soluzioni semestrali

buona parte delle società quotate in borsa prediligono la prima modalità.

Il dividendo è denominato normale o straordinario. Questo è deciso dall’assemblea. Se il dividendo è “normale” l’azionista si aspetta che negli anni a venire venga distribuito regolarmente il dividendo. Il dividendo “straordinario” invece non ha alcuna regolarità.

I dividendi possono essere erogati in molte forme, tra le quali la più diffusa è quella in contanti. Abbastanza diffusa è anche l’erogazione in azioni, mediante la quale si aggiunge in ogni portafoglio titoli degli azionisti il 5% di azioni rispetto a quelle possedute.

Ciò produce due effetti in direzione opposta:

  • il numero di azioni in possesso dell’azionista aumenta
  • il loro valore diminuisce proprio perché maggiormente ripartite

Alcune aziende quotate in borsa, infine, prevedono come forma di distribuzione del dividendo la distribuzione di prodotti aziendali.

❓ Cosa sono?Parte di utile che viene distribuito da una società ai suoi azionisti
💰 Perchè si pagano i dividendi?Ricompensa per i soci come premio se l’azienda cresce.
👍 Migliori azioni da dividendoEnel / Moderna / Apple / Tesla
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per azioniCapital.com

Piattaforme per investire in azioni da dividendo

Prima di proseguire vi segnaliamo quelli che sono attualmente i migliori broker per investire in azioni:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading su azioni
66% dei trader perde soldi
Commissioni basseISCRIVITI
Social trading e AutochartistCFD su vari assetISCRIVITI
Conto demo illimitatoIntelligenza artificiale ISCRIVITI
Servizio CFD su azioni e indici
72% dei trader perde soldi
Conto demo gratisISCRIVITI
CFD e commissioni convenientiPiattaforma regolataISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di piattaforme regolate e registrate in Consob.

Perché investire in azioni?

Le azioni rappresentano da sempre l’asset prediletto dagli investitori. Il vero simbolo della Borsa e del trading online.

Infatti, le azioni ricoprono tantissime categorie merceologiche, nonché tanti generi di asset. Da quelli molto volatili, a quelli “buy and “hold” (in Italia strategia cassettista), fino a quelli più stabili e laterali.

Quindi, il trader troverà nelle azioni tante soluzioni diverse e che più si avvicinano alle sue necessità ed ambizioni.

Naturalmente, le azioni necessitano di analisi approfondite, sia tecnica che fondamentale. Nel primo caso, si analizzeranno i grafici per comprendere il movimento delle azioni nel tempo. Nel secondo caso, invece, si analizzeranno quei fattori esterni ai mercati che possono influenzarne comunque il valore.

Quando si sceglie un’azione, quindi, occorre vedere una serie di fattori endogeni ed esogeni alla società che li emette. Perché il rialzo o il ribasso può dipendere da tante cose.

Perchè le aziende pagano i dividendi?

In genere, le società pagano i dividendi quando vengono maturati utili, un surplus al netto delle spese operative e del reinvestimento nel proprio business.

Non mancano però le aziende quotate in borsa che non distribuiscono i dividendi. E’ il caso soprattutto delle società nate da poco, che hanno bisogno di crescere e preferisco reinvestire gli utili per migliorare l’azienda e farla crescere.

Del resto, è anche vero che alcuni investitori preferiscono questo approccio anche perché i dividendi sono tassati. Pertanto, si preferisce reinvestire il proprio capitale, beneficiando dell’aumento del prezzo delle azioni in caso di crescita. Con un guadagno che non viene tassato fino alla vendita del titolo, con relativa plusvalenza.

Il dividendo può anche essere utilizzato per coprire i costi. Il che non è certo indicatore di buona salute per gli investitori.

Dove investire in azioni

Vediamo i migliori broker per investire oggi in azioni.

eToro

Con eToro avrai a disposizione un broker con un lungo elenco di azioni su cui investire. Divisi per la Borsa dove sono quotati e per Categoria industriale di riferimento.

Puoi anche farti aiutare nella scelta, selezionando le azioni meglio performanti o vedendo cosa fanno gli altri trader iscritti al broker dalla sezione Feed.

Puoi anche facilitarti i compiti copiando i trader migliori con la funzione copy trading. O scegliere pacchetti di azioni riunite per performance nei cosiddetti CopyPortfolios.

Iscriviti ora su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Il broker Plus500 prevede un’ampia scelta di azioni tra gli oltre 2.500 asset previsti nel suo portafoglio titoli.

Plus500 ti consente di restare informato sui rialzi di prezzo o ribassi più consistenti grazie ad un servizio di alert che potrai attivare e ottenere direttamente sulla tua mail.

Puoi anche esercitarti col trading online sulle azioni grazie ad un conto demo che si ricarica quando si sta esaurendo.

Iscriviti ora su Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Capital.com

Il broker Capital.com è molto interessante perché l’elenco di azioni acquistabili è davvero molto ricco, visto che il broker vanta oltre 3mila asset selezionabili.

Con Capital.com potrai fare trading con piattaforme già incorporate di intelligenza artificiale e fare pratica con una app dedicata: Investmate.

Ancora, potrai approfondire l’analisi tecnica con gli oltre 70 indicatori ed oscillatori disponibili.

Non manca poi un Calendario economico per controllare i principali eventi in arrivo e sviluppare la migliore analisi fondamentale.

Iscriviti ora su Capital.com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Il OBRinvest ha una buona selezione di azioni su cui fare trading e puoi fare pratica con un conto demo da 100mila euro virtuali.

OBRinvest ti permette altresì di studiare al meglio il trading con ebook e webinar. Ovviamente gratuiti.

Puoi anche ottenere i suggerimenti degli esperti o segnali di trading di Trading central, che ti arriveranno via sms con tutti i suggerimenti utili del caso.

Come trovare azioni da dividendo

La prima cosa che va valutata è il rendimento dei dividendi, o il dividendo annuale per azione diviso per il prezzo delle azioni.

Infatti, il rendimento misura il reddito percepito dagli investitori per ogni dollaro investito nelle azioni.

Sarebbe un errore ritenere il dividendo come separato dagli alti e bassi del mercato azionario. Infatti, il rendimento dei dividendi e il prezzo delle azioni si muovono in direzioni opposte: se il prezzo delle azioni scende il rendimento da dividendi aumenterà.

Quindi, se una società quota in borsa non sta finanziando il suo dividendo mediante cash flow e le operazioni, molto probabilmente sta esaurendo le proprie risorse o addirittura ottenendo prestiti.

Ciò può significare solo una cosa: il dividendo potrebbe essere di breve durata.

Una società sana paga i propri dividendi mediante flusso di cassa, considerato flusso di cassa operativo al netto delle spese in conto capitale.

La facilità di distribuire dividendi è un ottimo indicatore della salute di una società quotata in borsa. Fermo restando che una società può anche decidere di reinvestire il capitale perché magari è agli inizi. O, come il caso di Apple, non li distribuisce.

Dunque, non è l’unico indicatore da prendere in considerazione. Ma sicuramente uno dei principali.

Azioni da dividendo: i migliori titoli azionari

Vediamo quali sono i migliori titoli azionari

Azioni Enel

Enel S.p.A. (acronimo di Ente nazionale per l’energia elettrica) è una multinazionale Italiana che si occupa di produrre e distribuire energia elettrica e gas. E, dagli anni 2000, sempre più impegnata nell’energie rinnovabili.

Nata nel 1962 come ente pubblico, al fine di unificare varie società minori sparse sul territorio nazionale, si è trasformata nel 1992 in società per azioni. Nell’ambito di una privatizzazione generale che ha colpito molti settori pubblici strategici italiani. Lo stato italiano ha mantenuto la Golden share e tutti i diritti privilegiati annessi, che pesa quasi per un quarto del capitale sociale.

Nel 1999 è arrivata invece la quotazione in borsa.

Ecco i dati societari al 2000:

  • Fatturato: 65 miliardi di euro (2020)
  • Utile netto: 2,6 miliardi di euro (2020)
  • Dipendenti: 66 717 (2020)

Per approfondimenti puoi consultare la nostra guida su come comprare azioni Enel.

Azioni Intesa San Paolo

Il gruppo bancario Intesa SanPaolo è il principale in Italia e tra i più importanti in Europa. Nato dalla fusione tra due banche storiche: la banca Intesa di Milano e la Banca SanPaolo di Torino.

Attivo dal 1º gennaio 2007, ha non a caso sede legale e amministrativa nel capoluogo piemontese e quella secondaria nel capoluogo lombardo. Le sue origini risalgono al 1563 con la fondazione dell’Istituto Bancario San Paolo di Torino.

Fa parte dell’indice FTSE MIB e le sue azioni rientrano nell’indice Euro Stoxx 50 e nell’Euro Stoxx 50 Banks.

Riguardo i dati societari:

  • Fatturato: 18,08 miliardi di € (2019)
  • Utile netto: 4,180 miliardi € (2019)
  • Dipendenti: 91.478 (2019)

Azioni Tesla

Tesla, Inc. è una multinazionale americana che si occupa di produrre auto elettriche, pannelli fotovoltaici e sistemi di stoccaggio energetico. Deve il suo nome in onore del geniale Nikola Tesla.

Tesla punta a distinguersi nella produzione di auto elettriche il cui prezzo non sia proibitivo.

E’ stata fondata nel 2003 in California da Martin Eberhard e Marc Tarpenning e si distingue spesso per il suo pittoresco Ceo: Elon Musk. Considerato da molti una sorta di Leonardo dei nostri tempi.

Infatti, con i suoi tweet, Elon Musk è capace di far conseguire evidenti rialzi alle azioni Tesla. Così come farle affossare. E ciò accade di recente anche con le criptovalute.

Oltre al fatto che Musk si occupi di tanti altri campi, tra cui l’intelligenza artificiale e la Space economy.

Nel marzo 2020 ha superato la quota 1 milione di auto elettriche prodotte. Un vero record.

Ecco i principali dati societari di Tesla:

  • Fatturato: 31,536 miliardi $ (2020)
  • Utile netto: 0,721 miliardi $ (2020)
  • Dipendenti: 70 757 (2020)

Per approfondimenti puoi consultare la nostra guida su come comprare azioni Tesla.

Azioni Apple

Apple Inc. è un’azienda multinazionale americana che produce sistemi operativi, smartphone, computer e dispositivi multimediali. Rientra tra le Big Tech, assieme ad Amazon, Google, Microsoft e Facebook. Tutte aziende che dominano i mercati finanziari e gli indici azionari americani.

Il prodotto di punta di Apple è ovviamente iPhone, lanciato nel settembre 2007, che ha rivoluzionato l’idea di telefono (sebbene il primo smartphone sia stato lanciato da Lg).

Con la morte prematura di Steve Jobs nel novembre 2011, il timone della società è passato nelle mani di Tim Cook. Il quale ha spostato l’attenzione sulla finanza e non sull’innovazione tecnologica.

Infatti, i profitti di Apple nell’ultimo decennio sono aumentati esponenzialmente, così come il titolo in Borsa. Ma è venuta meno l’anima innovativa.

Questi i principali dati societari di Apple:

  • Fatturato: 274,5 miliardi $ (2020)
  • Utile netto: 57,4 miliardi $ (2020)
  • Dipendenti: 147 000 (2019)

Azioni Moderna

Moderna è una multinazionale farmaceutica americana, protagonista in questo periodo della lotta al Covid-19 avendo lanciato un vaccino diffusamente utilizzato insieme al Pfizer con nuova tecnologia mRna.

Opera nel campo delle biotecnologie dal 2010, con sede a Cambridge (Massachusetts). E’ quotata al Nasdaq ed è inserita nell’Indice Russell 1000.

Tra il 2016 e il 2017 è stato accusato a più riprese di ottenere fondi senza però aver prodotto alcun farmaco.

Azioni Johnson & Johnson

Johnson & Johnson è una multinazionale americana operante i più settori: farmaci, apparecchiature mediche, prodotti per la cura personale e l’automedicazione.

E’ quotata sulla borsa di New York ed è inserita nell’indice Dow Jones Industrial Average.

Vanta circa 250 filiali dislocati in oltre 60 diversi stati. Mentre i suoi prodotti viaggiano tra circa quasi 200 paesi.

Johnson & Johnson vanta un portafoglio di marchi molto ampio ed invidiabile, fatto di molti molto popolari e multi-settoriale.

  • Fatturato: 81,2 miliardi di $ (2019)
  • Utile netto: 15,2 miliardi di $ (2019)
  • Dipendenti: 132.200 (2019)

Azioni da dividendo: le FAQ

Cosa sono le azioni da dividendo?

Si tratta delle azioni che consentono una distribuzione dei dividendi tra gli azionisti, che così vengono remunerati. I dividendi possono però anche essere utilizzati per reinvestire nella società quotata in Borsa o per rimborsare dei costi.

Perché scegliere azioni da dividendo?

Perché si tratta di aziende in salute, visto che pagare i dividendi ai propri azionisti è un segno positivo. Purché, ovviamente, i dividendi non vengano pagati addebitandosi.

Dove trovare migliori azioni da dividendo?

Cercale su eToro e Plus500 che offrono numerosi strumenti per cercare le migliori azioni e ordinarle in base ai dati di interesse, tutto questo con dati sempre aggiornati e in real time.

Azioni da dividendo

Conclusioni

Il dividendo è una parte di utile che viene distribuito da una società ai suoi azionisti. E costituisce uno dei principali motivi per cui un azionista sceglie un particolare stock azionario.

Ad essere distribuito non sarà l’intero utile, ma solo una sola parte di esso. Dato che la legge prevede l’accantonamento di una parte di esso in percentuale fissa per “riserva legale” e di un’altra parte variabile a riserva straordinaria per i reinvestimenti o altre finalità aziendali.

Puoi cercare le migliori azioni da dividendo su broker regolamentati come quelli che abbiamo citato prima in questo articolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

DA LEGGERE

Trading finanziario: cos’è e come iniziare [2021]

0
Come fare trading finanziario? Speculare sui mercati finanziari si può, ma occorre capire di cosa si tratta per evitare errori che possono solo peggiorare...