HomeAzioniComprare azioni Hera: come investire, quotazione HER e previsioni 2022

Comprare azioni Hera: come investire, quotazione HER e previsioni 2022

Come comprare azioni Hera? Hera SpA (acronimo di Holding Energia Risorse Ambiente) è un’azienda multiservizi italiana che opera soprattutto in Emilia-Romagna, con una discreta presenza a Firenze e Pistoia e in altri comuni del centro e del nord est.

Più precisamente, copre circa 350 comuni, tra le province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Padova, Pesaro-Urbino, Ravenna, Rimini, Trieste, Teramo, Ancona, Pistoia, Firenze, Udine, Venezia e Gorizia.

Si occupa di fornire servizi energetici (gas, energia elettrica), idrici (acquedotto, fognatura e depurazione) e ambientali (raccolta e smaltimento rifiuti). Destinati ad una utenza di 4,4 milioni di cittadini.

La sede principale è a Bologna ed è quotata nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano.

Qui vedremo come comprare azioni Hera, se conviene, le previsioni future e la principale concorrenza.

Molti investitori stanno utilizzando le piattaforme di trading certificate per fare trading sulle azioni. Un esempio su tutti può essere il broker eToro. E' una piattaforma molto utilizzata che offre servizi molto interessanti, come il copy trading che permette di copiare le operazioni dei trader più esperti.

Per iniziare a fare trading di azioni con eToro cliccate qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Hera: introduzione

La storia di Hera parte a Bologna nel 2002, frutto della fusione di 11 aziende operanti nel settore della pubblica utilità emiliano-romagnola.

Nel 2003, in concomitanza con la quotazione in Borsa, è arrivata anche una parziale privatizzazione dell’ente, con un 38,8% del proprio capitale attualmente in possesso di privati.

Dopo ciò, il Gruppo si è fuso con altre aziende italiane del settore distribuzione energia, acqua e gas, tra le quali Agea, Acosea, Meta, Geat Distribution Gas e Sat Inc.

Comprare azioni Hera

Importante è stata la sottoscrizione di un Memorandum nel 2006 insieme a Enel, Edison e Sonatrach.

Nello stesso anno, ha rilevato una partecipazione del 49,79% nella multi-utility di Pesaro Aspes Multiservizi e il 46,5% di SAT (Multiutility operante nella provincia di Modena).

Nel luglio 2008 Hera ha acquisito Megas Trade, una compagnia operante nella vendita di gas ed elettricità nell’area di Urbino e di proprietà di Marche Multiservizi. Nacque così Hera Comm Marche, il ramo commerciale del Gruppo Hera nella regione Marche, controllata da Hera Comm.

Negli anni sono seguite altre incorporazioni, come l’acquisto graduale di Aliplast, azienda trevigiana con un giro d’affari sui 100 milioni di euro e eccellenza nazionale nella raccolta di rifiuti.

Nel maggio 2019, Hera ha messo a segno un altro colpo acquistando il 100% delle quote di Cosea Ambiente. Azienda intercomunale dell’appennino tosco-emiliano, estesa su un territorio di 20 comuni (15 nella provincia di Bologna, 5 nella provincia di Pistoia).

👍 Dati societariHera SpA (acronimo di Holding Energia Risorse Ambiente) è un’azienda multiservizi italiana che fornisce servizi energetici.
⚡️ SettoreEnergia
🏢 SedeBologna
💻 QuotazioneBorsa di Milano – Indice Ftse Mib
👍 TickerHER
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per azioniCapital.com

Piattaforme per investire in azioni Hera

Prima di proseguire vi segnaliamo quelli che sono attualmente le migliori piattaforme per investire in azioni:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading su azioni
66% dei trader perde soldi
Commissioni basseISCRIVITI
Conto demo illimitatoIntelligenza artificiale ISCRIVITI
Conto demo gratuitoWebinar e gruppo WhatsappISCRIVITI
Social trading e AutochartistCFD su vari assetISCRIVITI
Servizio CFD su azioni e indici
72% dei trader perde soldi
Conto demo gratisISCRIVITI
CFD e commissioni convenientiPiattaforma regolataISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di piattaforme regolate e registrate in Consob.

Hera: dati societari

Settore industriale

a) Gestione dei servizi ambientali (raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti urbani, speciali pericolosi e non pericolosi, raccolta differenziata, pulizia delle aree pubbliche; bonifica delle aree da sostanze contaminanti)

  • cittadini serviti per raccolta e smaltimento rifiuti: 3,3 milioni
  • tonnellate di rifiuti trattati: 6,9 milioni
  • comuni serviti: 188

b) Gestione del servizio idrico integrato

  • clienti ciclo idrico: 1,5 milioni
  • metri cubici di acqua venduti: 300 milioni

c) Servizi gas ed elettrici (distribuzione e vendita di gas metano, elettricità e riscaldamento)

  • clienti rete gas: oltre 1,4 milioni
  • clienti servizio elettrico: 880.000
  • metri cubi di gas venduto: 3,9 miliardi
  • elettricità venduta (TWh): 9,6

d) Telecomunicazioni, tramite la partecipazione al 77,36% in Acantho

Questa plurisettorialità vede Hera vantare quasi 9.000 dipendenti, un bacino di utenza di 4,4 milioni di cittadini in circa 350 comuni dell’Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Toscana e Veneto.

Contatti

  • Indirizzo: Viale Carlo Berti Pichat nr. 2/4, Bologna, 40127, Italy
  • Telefono: 39 051 287111
  • Fax: 39 051 287525
  • Sito web: www.gruppohera.it

Management

  • Erwin Paul Walter Rauhe: età 66, dal 2017 Independent Non Executive Director
  • Marina Vignola: età 51, dal 2017 Independent Non Executive Director
  • Federica Seganti: età 55, dal 2017 Independent Non-Executive Director
  • Bruno Tani: età 72, dal 2020 Independent Director
  • Stefano Venier: età 58, dal 2004 CEO & Executive Director
  • Antonio Gaiani: età 56, dal 2014 Standing Statutory Auditor
  • Marianna Girolomini: età 51, dal 2014 Standing Statutory Auditor
  • Gabriele Giacobazzi: età 72, dal 2020 Independent Vice Chairman
  • Lorenzo Minganti: dal 2020 Independent Non Executive Director
  • Paola Gina Maria Schwizer : dal 2020 Independent Non Executive Director
  • Alessandro Melcarne: età 37, dal 2017 Independent Non Executive Director
  • Monica Mondardini: età 61, dal 2020 Independent Director
  • Tomaso Tommasi di Vignano: età 74, dal 2002 Executive Chairman & Group President
  • Fabio Bacchilega: dal 2020 Independent Non Executive Director
  • Manuela Cecilia Rescazzi: dal 2020 Independent Non Executive Director
  • Alice Vatta: dal 2020 Independent Non Executive Director
  • Myriam Amato: età 47, dal 2017 Chairman of Statutory Auditors
  • Danilo Manfredi: età 52, dal 2014 Independent Non Executive Director

Utili e ricavi

I risultati dei primi nove mesi del 2021 confermano il trend positivo della multiutility con i principali indicatori economico-finanziari in forte crescita.

Il margine operativo lordo si attesta a 883,3 milioni di euro, in aumento del 9,6%, grazie soprattutto alle buone performance delle aree energy e del settore ambiente.

Il margine operativo netto a 470,8 milioni di euro cresce del 13,5% mentre l’utile netto si attesta a 340,6 milioni di euro, in crescita del 39,2%, rispetto ai primi nove mesi del 2020.

L’indebitamento finanziario netto aumenta di 76,8 milioni di euro, passando da 3.227,0 milioni di euro del 2020 a 3.303,8 milioni di euro del 2021 principalmente per investimenti effettuati per il futuro sviluppo del Gruppo.

Come comprare azioni Hera: derivati

Per investire in azioni Hera, così come in altre azioni di società quotate in borsa, il metodo suggeribile è quello del trading con i contratti derivati. Vale a dire i contract for differences, meglio noti con l’acronimo CFD.

Si tratta di contratti che replicano il valore di un sottostante, permettendo di non acquistarli direttamente ma di specularci in modo indiretto. Il che risulta molto comodo per quegli asset scomodi e costosi da gestire, come per esempio le materie prime o i metalli preziosi.

Nel caso delle azioni come quelle di Hera, potremmo investire sul titolo senza diventare degli azionisti diretti. Con gli oneri che ciò comporta. Inoltre, il vantaggio è quello di poter speculare sia quando il prezzo delle azioni Hera sale, sia quando scende. Potrai così puntare sia long che short, comprando e vendendo virtualmente il titolo.

Con i CFD puoi anche sfruttare le potenzialità della leva finanziaria, che moltiplica i profitti ben oltre la somma investita. Sebbene occorra sempre ricordare che, in caso di previsione errata, può rivoltarsi contro moltiplicando le perdite.

I costi sono poi contenuti, sebbene in ciò giochi un ruolo fondamentale anche la scelta del broker.

Dove comprare le azioni Hera?

Vediamo proprio quest’ultimo punto, dando un’occhiata ai broker da scegliere.

eToro

Il broker eToro rientra di diritto nella Top 5 dei migliori broker anche nel 2022. I motivi sono sempre quelli, da 15 anni: sicurezza, servizi, convenienza.

Partiamo dalla sicurezza, dato che vanta ben 3 licenze: CySEC, FCA e ASIC.

Ecco un esempio di acquisto azioni Hera su eToro:

Comprare azioni Hera su eToro
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Per quanto concerne i servizi, invece, eToro offre tra gli altri:

  1. CopyTrading: una evoluzione del Mirror trading già esistente in precedenza. Consente di copiare quanto fanno i trader più bravi iscritti alla piattaforma, chiamati Popular Investors
  2. Social trading: si tratta di una esclusiva di eToro: permettere ai trader di interagire tra loro come fossero su un social network vero e proprio
  3. Smart portfolios: (ex CopyPortfolios) sono pacchetti di asset divisi per categoria e performance. Sono divisi in 3 tipologie, in base alla categoria di prodotto

Per quanto riguarda il Conto demo, esso consta di 100mila euro. Ancora, è un broker spread-only.

Il deposito minimo è stato ridotto dai precedenti 200 euro agli attuali 50 euro.

Puoi registrarti gratuitamente su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

XTB

XTB è un altro Broker user-friendly, interamente personalizzabile. Oltre che molto veloce, con una rapidità di esecuzione pari a 85 millisecondi.

XTB mette a disposizione una Calcolatrice del trading avanzata, delle statistiche di performance in realtime, Trade dai grafici, ma anche la possibilità di chiudere contemporaneamente gruppi di ordini.

Queste alcune delle caratteristiche del broker XTB:

  • 5400+ Mercati finanziari
  • Sicuro e protetto
  • Formazione completa
  • Piattaforma Innovativa
  • Quasi 390mila clienti iscritti
  • Supporto veloce e altamente qualificato

Il conto demo del broker XTB consta di 100mila euro virtuali.

Tantissime le licenze possedute come FCA, Cysec, Bafin ed altre.

Per saperne di più su XTB potete visitare il sito ufficiale.
72% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com vanta le stesse licenze di eToro, ma anche commissioni contenute, trades spread-only. Inoltre, su alcune coppie di valute più popolari lo spreads 0.0.

Il deposito minimo è di 20 euro, per accedere al conto base. Mentre per fare pratica, oltre ad un conto demo di 10mila euro virtuali, offre la app Investmate.

Su Capital.com troverai grafici molto dettagliati, con integrati oltre 70 tra indicatori ed oscillatori di trading. Nonché l’IA che ti seguirà passo passo.

Puoi registrarti su Capital.com cliccando qui.
79.17% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Modello di business di Hera

Come riporta sul proprio sito ufficiale, Hera adotta una strategia di crescita multiservizio concentrata sulle 3 aree del core business: Ambiente, Energia e Servizi Idrici. Viene elaborata attraverso un’analisi del contesto economico di riferimento e dei macrotrend con cui il settore delle utility dovrà confrontarsi.

Quello di Hera è un modello industriale di successo, capace di ispirare anche altri operatori del mercato nazionale.

Ogni unità di business pianifica le proprie azioni del successivo quadriennio per determinare uno sviluppo sostenibile che segua le 3 direttrici definite dal vertice aziendale:

Questi sono i tre postulati su cui poggia l’azienda:

  1. Crescita industriale: Un percorso di crescita industriale sostenibile è condizione irrinunciabile per la strategia del Gruppo, fondata su uno stretto rapporto con il territorio che per noi rappresenta un elemento distintivo e un vero e proprio asset.
  2. Risk Management: L’evoluzione del contesto in cui operiamo rende ancor più necessario anticipare e mitigare i rischi che dovremo affrontare. La corretta gestione dei rischi a lungo termine, tra cui il cambiamento climatico e la cyber-sicurezza, diventa quindi un elemento sempre più importante della strategia resiliente di un operatore come Hera, chiamato a garantire l’erogazione di servizi fondamentali per la collettività anche in condizioni estreme o straordinarie.
  3. Economia Circolare: I modelli di business del futuro dovranno essere sempre più improntati all’economia circolare, passando da un modello economico di tipo lineare (usa e getta) a un nuovo modello di sviluppo sostenibile in cui materie prime e risorse naturali non concludono la loro vita utile dopo il primo utilizzo ma vivono un ciclo più lungo attraverso il riciclo, il riuso, una maggiore durata dei prodotti. Costruire un futuro sostenibile porta anche alla creazione di “valore condiviso”

Competitors di Hera

La liberalizzazione del mercato energetico ha comportato la nascita di una sterminato numero di società operanti nel settore.

Di seguito ci limitiamo a riportarne l’elenco. Ricordando altresì che Hera deve anche vedersela con le società che localmente si occupano dello smaltimento dei rifiuti, ordinari o pericolosi.

  • 2i Rete Gas
  • A2A Energia
  • ABenergie
  • Acea Energia
  • Agsm
  • AIM Energy
  • Alperia
  • Amga
  • Ascopiave
  • Asmea
  • Audax
  • Autogas Nord
  • Axo Power
  • Axpo
  • Blue Meta
  • Bluenergy Group
  • ButanGas
  • Duferco Energia
  • E.ON Energia
  • Edison Energia
  • Egea Energia
  • Enegan
  • Eneide
  • Enel Energia
  • ENERcom
  • Energit
  • Energrid
  • Enerxenia
  • Enfinity
  • ENGIE ITALIA (ex GDF SUEZ)
  • Eni
  • Enne Energia
  • Estenergy
  • Estra
  • Europe Energy
  • EVIVA
  • FuturEnergy
  • Gala
  • Gas Natural
  • Geko
  • Green Network
  • Gritti Energia
  • Iren Mercato
  • Hera Comm
  • Iberdrola
  • Illumia
  • Innovatec
  • Ital Green Energy
  • Italgas
  • Levigas
  • Liquigas
  • Made in Energy
  • Metaenergia
  • NeN
  • Onda Energia
  • Optima Italia
  • Pulsee
  • Revoluce
  • SGR Gas Rimini
  • Sorgenia
  • Trenta
  • Ultragas
  • UniverGas
  • Unogas Energia
  • Vivigas Energia
  • Wekiwi

Grafico azioni HERA in tempo reale

Ecco il grafico della quotazione in tempo reale delle azioni HERA:

Conviene investire su Hera?

Come sovente capita alle azioni delle società che si occupano di servizi essenziali, anche quelle emesse da Hera si muovono in un range ristretto. Storicamente tra i 2 e i 3 euro.

Solo prima del crollo dovuto alla Pandemia Covid-19, il titolo aveva toccato i 4 euro, il massimo storico. Per poi rientrare in area 3 euro.

Dunque, il titolo è consigliabile a quanti cercano un asset stabile da controbilanciare a quelli volatili in portafoglio. Fermo restando che scossoni in rialzo o in ribasso non sono esclusi, soprattutto a seguito di un ulteriore allargamento del proprio raggio d’azione geografico. O, di contro, dell’arretramento in favore di una società concorrente.

Previsioni e target Price Hera

Il titolo dovrebbe viaggiare ancora sui 3 euro, con un graduale rialzo per i prossimi anni.

HERA
HER.MI
3,48 €
1.34%
Marketcap
5,08 €B
Volume
5,08 M
Shares
1,46 B
Range
3,44 € - 3,55 €
52 Week Range
3,01 € - 3,78 €

Ecco ipoteticamente i target price per il periodo 2022-2025:

  • 2022: 4 euro
  • 2023: 5 euro
  • 2024: 5 euro
  • 2025: 7 euro

Azioni Hera: le FAQ

Chi è Hera?

Hera SpA (acronimo di Holding Energia Risorse Ambiente) è un’azienda multiservizi italiana che opera soprattutto in Emilia-Romagna, con una discreta presenza a Firenze e Pistoia e in altri comuni del centro e del nord est. Più precisamente, copre circa 350 comuni, su un bacino di utenza di circa 4,4 milioni di cittadini.

Conviene investire sulle azioni Hera?

Il titolo ha un target price storico che viaggia sui 3 euro, avendo come massimo storico i 4 euro prima del crollo della borsa dovuto alla Pandemia.
Le azioni Hera sono consigliabili per chi cerca un titolo stabile da tenere in portafoglio.

Dove comprare e vendere azioni Hera?

Puoi farlo su broker come eToro, Capital.com e XTB.

Azioni Hera - Riepilogo

Conclusioni

La storia di Hera parte a Bologna nel 2002, frutto della fusione di 11 aziende operanti nel settore della pubblica utilità emiliano-romagnola.

Nel 2003, in concomitanza con la quotazione in Borsa, è arrivata anche una parziale privatizzazione dell’ente, con un 38,8% del proprio capitale attualmente in possesso di privati.

Hera è diventata a colpi di acquisizioni una importante realtà italiana dell’energia, tanto da contare circa 350 comuni serviti e 4,4 milioni di utenti.

Il titolo è tendenzialmente stabile. Per investire col trading CFD è possibile usare broker regolamentati.

Chi vuole investire nel trading online deve necessariamente partire dalla pratica e da un buon conto demo. Vi lasciamo pertanto con con i collegamenti ufficiali alle migliori piattaforme con conto demo:

si tratta di broker regolamentati che offrono conto demo illimitato e gratuito per sempre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

DA LEGGERE

Migliori ETF da comprare

Migliori ETF da comprare: ecco dove investire 2022

0
Gli Exchange traded-funds sono entrati in Italia dal 2002, mentre in America, dove sono stati creati, esistevano già da un decennio prima. Si tratta di...