HomeAzioniComprare azioni: guida completa per iniziare a investire

Comprare azioni: guida completa per iniziare a investire [2021]

Come comprare azioni? Hai in mente di comprare azioni, o come si dice in gergo, per noi errato, giocare in borsa, ma non sai da dove iniziare?

Qui ti forniremo una guida completa su come comprare azioni, quali sono i migliori canali per farlo, le migliori strategie.

Ma partiamo prima col dire cos’è un’azione.

Molti investitori stanno utilizzando le piattaforme di trading certificate per fare trading sulle azioni. Un esempio su tutti può essere il broker eToro. E' una piattaforma molto utilizzata che offre servizi molto interessanti, come il copy trading che permette di copiare le operazioni dei trader più esperti.

Per iniziare a fare trading di azioni con eToro cliccate qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Azioni oggi: definizione

Cosa sono le azioni? Esse costituiscono le singole parti unitarie di un capitale delle società per azioni.

Pertanto, se possiedo un’azione, vuol dire che possiedo un “pezzetto” della società quotata in borsa che le ha emesse. E ciò comporta anche avere diritti e doveri.

Le azioni costituiscono pure un titolo di credito, dato che includono un diritto e ne facilita così la trasmissione ad altri soggetti.

Lo scopo di emettere azioni va riscontrato nella necessità che una società ha di reperire finanziamenti. E’ diverso dalle obbligazioni, in quanto le obbligazioni sono veri e propri prestiti, che si ottengono emettendo un titolo che il sottoscrittore acquisterà alla cifra prevista, ottenendo però in cambio, oltre alla restituzione della stessa, anche degli interessi.

Le azioni possono essere quotate o non quotate.

L’azionista, di fatto, è un socio della società e non va pensato come un creditore. Pertanto, partecipa attivamente alle sue decisioni, anche accollandosi eventuali rischi. Proporzionati comunque al valore delle azioni possedute.

Questi i diritti dell’azionista:

  1. percepisce dividendi, se distribuiti dalla società
  2. esprime il proprio voto nelle assemblee
  3. consulta i libri sociali (non tutti)
  4. impugna le delibere assembleari invalide

Le azioni possono essere dei seguenti tipi:

  • risparmio: i possessori non danno diritto di voto ma hanno dei privilegi di natura economica
  • privilegiate: prevedono una prevalenza nella distribuzione dei dividendi a fronte della limitazione del diritto di voto alle sole assemblee straordinarie
  • azioni a voto plurimo: possibilità, per le società non quotate, di creare statutariamente azioni con diritto di voto plurimo. In caso di società quotate, questo diritto è contemplato nel caso in cui tale categoria fosse già presente prima che avvenisse la quotazione
  • azioni a voto maggiorato: prevedono che sia attribuito un voto maggiorato, fino a un massimo di 2 voti, per ciascuna azione appartenente al medesimo soggetto per un periodo continuativo non inferiore a 2 anni

📊 Investire in azioniAdatto a tutti
💰Quanto serve per iniziare?Non richiede grossi capitali
💣 Cosa serve per iniziare?Impegno, formazione, giusta piattaforma
💰 Piattaforma per investire in azionieToro
📚 Piattaforma con corsi ed ebookOBRinvest

Comprare azioni: come iniziare

Come iniziare per comprare azioni? Almeno che tu non voglia essere un’azionista puro e abbia i capitali per farlo, puoi anche provare con il trading online.

Quest’ultima modalità è pensata proprio per chi ha somme limitate da investire (anche poche centinaia di euro), non vuole che gli si gravino addosso oneri burocratici e finanziari eccessivi, che vuole disimpegnarsi agevolmente dall’investimento e magari velocemente.

Una sorta di toccata e fuga per approfittare di singoli movimenti di prezzo.

Come comprare azioni senza commissioni?

Il trading online consta nella registrazione presso una piattaforma di trading online, chiamata broker, la quale offre tutta una serie di servizi per consentire la tua attività.

Si pone quindi come intermediario tra te e i mercati finanziari.

Ricorda però che ovviamente questi broker hanno dei costi, che si traducono in spread sulle posizioni aperte e le commissioni sui servizi offerti. E devi cercare soprattutto quelle piattaforme che sui trade prevedono solo lo spread (si parla di broker spread-only) e commissioni basse il più possibile.

La questione spread e commissioni non è un dettaglio, poiché per te costituiscono un costo che andrà ad erodere i tuoi profitti.

Importante è poi anche la questione licenza. Cerca broker con licenza per operare, così ti metterai a riparo da truffe.

Broker per comprare azioni oggi

Quali sono i migliori broker per comprare azioni? Vediamo di seguito quelli che a nostro avviso sono le migliori piattaforme per il trading online.

Comprare azioni con eToro

Il broker eToro ti offre questi vantaggi:

  • Deposito minimo: 200 euro
  • Licenze per operare: 3
  • Commissioni e spread: contenuti
  • Servizi: copy trading, copyportfolios, social trading, eToroX
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
Iscriviti subito su eToro aprendo un conto demo da qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Comprare azioni con Capital.com

Il broker Capital.com prevede invece questi vantaggi:

  • Deposito minimo: 20 euro
  • Licenze per operare: 2
  • Commissioni e spread: più bassi della media di mercato
  • Servizi: +70 indicatori di trading, intelligenza artificiale integrata alle piattaforme, app Investmate per fare pratica, +3.000 asset disponibili
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
Iscriviti subito su Capital.com aprendo un conto demo da qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare Trading CFD azioni con Plus500

Questi infine i servizi che troverai su Plus500:

  • Deposito minimo: 250 euro
  • Licenze per operare: 2
  • Commissioni e spread: più bassi della concorrenza
  • Servizi: Live chat, alert mail sui prezzi degli asset, +2.500 asset disponibili
  • Conto demo: 40mila euro virtuali ma si ricarica quando è alla fine
Iscriviti subito su Plus500 aprendo un conto demo da qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Comprare azioni e venderle in giornata

L’acquisto e la vendita di azioni nella stessa giornata prende il nome di trading intraday.

Le operazioni si esauriscono nello stesso giorno, dunque è diverso dal tenerla aperta più giorni, una notte per chiuderla in giorno dopo (overnight) o per tutto il weekend (per esempio se la apro il venerdì per chiuderla il lunedì).

Questa strategia si basa sulla speranza che nell’arco della giornata il prezzo dell’asset compia il movimento, long o short che sia, a nostro vantaggio e in base alle nostre previsioni.

Trading intraday vantaggi

Il primo vantaggio è che il risultato ci sarà chiaro nel giorno stesso, quindi non dovremo aspettare il giorno dopo, più giorni, se non addirittura mesi o anni nel caso di una strategia cassettista (detta anche buy e hold).

Un altro vantaggio è quello di assumere un atteggiamento attivo, dato che si ha un controllo diretto e totale sul proprio capitale. Si conosce il prezzo esatto di entrata e quello di uscita dell’azione sulla quale abbiamo investito.

Ciò significa adottare una strategia che cerchi i momenti più redditizi, sia di entrata che di uscita.

Un terzo vantaggio è che non sono previsti costi di leva finanziaria. Il trader, con la leva finanziaria, è come se chiedesse un prestito per investire una cifra maggiore rispetto a quella che può realmente permettersi (nel caso delle azioni, se si opera dall’Italia o da un paese Ue, la leva finanziaria massima prevista per le azioni è di 20:1).

Tuttavia, occorre sempre ricordare che la leva finanziaria è una arma a doppio taglio e il rischio è che, in caso di previsione errata, essa moltiplichi anche le perdite. Sebbene il broker possa far scattare delle operazioni per evitare che ti indebiti.

Trading intraday svantaggi

Come tutte le cose, anche il trading intraday ha i suoi svantaggi.

Valutare se il broker lo consenta

Non tutti i broker consentono di effettuare operazioni che si aprono e si chiudono in una stessa giornata. Soprattutto perché la ritengono una pratica rischiosa e non adatta a tutti. Pertanto, devi valutare se il broker in questione le consenta anche ai trader alle prime esperienze.

Le posizioni possono tardare anche 3 giorni

Ed ancora, le transazioni possono arrivare a tardare fino a tre giorni lavorativi, mantenendo il tuo capitale immobilizzato e senza possibilità di aprire nuove operazioni all’interno della stessa giornata.

Occhio a spread e commissioni

Operare intraday significa anche aprire più posizioni, soprattutto se si opera con lo scalping. Cosa significa? E’ una sotto-categoria del trading intraday e consiste nell’aprire tante posizioni al giorno per poi chiuderle.

Ciò significa anche quindi valutare i costi del broker, perché più posizioni aprirai più costi andrai incontro in termini di spread e commissioni. Valuta broker spread-only e con commissioni ridotte. Come eToro e Plus500.

Generalmente il broker ha tutto il piano tariffario esposto in modo trasparente.

Scegliere mercati liquidi

Devi per forza di cose cercare mercati liquidi, che garantiscano cioè un alto volume di scambio. Ciò ti garantirà che i guadagni si conseguano in modo istantaneo senza salti qualitativi nel valore dell’azione.

Opera sempre in real time

Il trading intraday implica che tu operi con dati in tempo reale e anche in ciò devi stare attento a cosa ti offrono i broker. Ciò in quanto alcuni broker mostrano il prezzo con alcuni minuti di ritardo e ciò poi ti può far perdere pezzi di profitto e occasioni interessanti.

Più stressante

Ultimo svantaggio del trading intraday è che devi avere una rapidità di pensiero ed esecuzione molto veloce. E ciò può essere molto stressante e non adatto a tutti.

Quindi, oltre al lato economico e temporale, considera anche il lato psicologico e se sei disposto ad affrontarlo.

Azioni italiane da comprare

Quali sono le azioni italiane da comprare? Vediamo le migliori in questo momento.

ENI

ENI ha avuto un 2020 pessimo, come tutte le compagnie energetiche causa Covid-19, che ha bloccato l’industria da un lato e la circolazione delle auto dall’altro. Due mercati fondamentali per il petrolio e il gas.

Ma proprio per il fatto che ENI viaggi su minimi che non si vedevano dal 1996, può essere interessante comprare il titolo in vista di nuovi rialzi.

Occhio comunque ai fattori geopolitici, che su materie prime come il petrolio incidono molto. Come nel caso del conflitto tra Azerbaijan e Armenia o Cipro e Turchia. Occhio poi sempre alle decisioni dell’OPEC.

Ferrari

Ferrari, benché rientri nel mercato delle auto, non ha risentito più di tanto del 2020 e già proveniva da un discreto 2019.

La Ferrari ha il vantaggio di essere un brand amatissimo a livello mondiale, terzo solo dietro a Lego e Rolex nel 2021 per popolarità. E ciò aiuta molto nelle vendite di gadget e altro materiale commerciale.

Il mercato a cui si affaccia Ferrari riguardo le auto è un mercato di nicchia, fatto da paperoni ai quali la crisi del 2020 ha solo sfiorato. Ferrari propone auto stilizzate e personalizzate, inarrivabili per il pubblico medio.

Il tutto, attendendo però che anche le gare vadano bene, visto che la Ferrari da un po’ non vince il mondiale piloti e costruttori.

Amplifon

Amplifon ha una particolarità: sono anni che outperforma le previsioni degli analisti. Ormai da tempo bombarda con pubblicità televisive, una delle poche a farlo anche durante il covid-19 quando molti hanno tagliato gli investimenti in pubblicità.

Amplifon è anche un titolo da considerare sul medio e lungo periodo. Ha comunque risentito dell’annus horribilis 2020, poiché vende un prodotto che non si può provare a distanza e che non può poggiare sull’e-commerce. Salvo comprare gli stessi dispositivi già in uso.

Intesa SanPaolo

Primo gruppo bancario, nato dalla fusione della milanese Intesa e della torinese SanPaolo.

I fondamentali usciti dalla tempesta del 2020 sono comunque ancora solidi, sebbene il gruppo debba fare i conti con una concorrenza importante.

Intesa SanPaolo patisce poi un sistema bancario italiano in generale sottocapitalizzato e spesso ai disonori delle cronache per casi vari ed eventuali di poca trasparenza nei confronti dei correntisti.

Azioni estere da comprare

Facciamo una veloce panoramica anche sulle azioni estere che a nostro avviso meritano attenzione.

  • Tesco: Catena di negozi di generi alimentari, con sede nel Regno Unito, ma diffuso in diversi paesi europei, in Asia, negli USA (con altro marchio).
  • Volkswagen: colosso tedesco dell’auto, che ogni anno si contende il primato per unità prodotto con la giapponese Toyota. Sta puntando forte anche sull’elettrico ed è uscito bene dallo scandalo dieselgate
  • Unilever: conglomerato quotato sia a Londra che ad Amsterdam. Possiede decine di marchi nel settore alimentare, dell’igiene personale e anche per la casa. Tra questi ricordiamo Lipton, Algida, Ben & Jerry’s, Popsicle, Calvé, Marmite, Coccolino, Lysoform.
  • LVMH: controlla molti brand importanti del settore moda, nonché degli champagne.
  • Iberdrola: si occupa di distribuzione di energia elettrica, con sede in Spagna, partecipazioni importanti negli USA e retail anche in Italia.
  • Alphabet: marchio di Google, riunisce tutti i servizi di Big. Si divide nei due segmenti A e B, entrambi comunque tra i primi 6 per marketcap.
  • Micosoft: tra i titoli tecnologici “must” dei portafogli, colosso che da un trentennio domina il mercato mondiale.
  • Amazon: sito e-commerce che ha beneficiato a piene mani della Pandemia ed ora sta puntando forse anche su altri settori.
  • Facebook: società che gestisce, oltre all’omonimo Social, anche altri 2 molto popolari: Instagram e WhatsApp.

Comprare azioni legate al petrolio

Investire nel petrolio dopo l’anno difficile del 2020 può significare puntare su un asset che è calato vistosamente per colpa della Pandemia ma è in ripresa e potrebbe essere una strategia volta al rialzo.

Queste le società che a nostro avviso vanno poste sotto i riflettori per questo scopo:

  • ExxonMobil
  • Chevron
  • Eni
  • Enterprise Products
  • Aramco
  • Total

Comprare azioni in Banca conviene?

Può convenire se hai grandi capitali da investire, poiché la banca tendenzialmente fa gravare sulle operazioni commissioni alte. Pertanto, per un trader retails, può alla lunga risultare sconveniente.

Inoltre, in genene una banca chiede anche di aprire un conto deposito o un conto corrente. Quindi potresti anche essere costretto a diventare cliente controvoglia.

Meglio quindi affidarsi ai broker succitati, che ricapitoliamo di seguito:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading
66% dei trader perde soldi
Commissioni basseISCRIVITI
Servizio CFDConto demo gratisISCRIVITI
Segnali gratisCFD su vari assetISCRIVITI
Conto demo illimitatoIntelligenza artificiale ISCRIVITI
CFD e commissioni convenientiPiattaforma regolataISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Migliori strategie per comprare azioni

Non esiste una strategia che vada bene per tutti i generi di azioni e per tutti i trader.

Dipende da tanti fattori. Il tipo di settore di cui fa parte la società, le caratteristiche di quest’ultima, le proprie attitudini psicologiche, le proprie possibilità economiche.

Puoi provare le diverse strategie esistenti attraverso un conto demo, così, in base al risultato finale che otterrai di volta in volta, comprenderai quale è meglio per te.

Ricorda che il conto demo serve proprio a farti fare pratica senza correre rischi.

Come comprare azioni: le FAQ

Come comprare azioni?

Il modo migliore è farlo col trading online, iscrivendoti a broker con regolare licenza per operare, con tanti servizi da sfruttare, spread e commissioni bassi.

Comprare azioni conviene?

Dipende dalla tua disponibilità ad imparare, dalla tua pazienza, i capitali che hai a disposizione, le tue attitudini psicologiche.

Scegli sempre broker affidabili e sfrutta il conto demo per fare pratica.

Quali sono i migliori broker per comprare azioni?

Puoi provare broker come eToro, Capital.com e Plus500.

Comprare azioni

Conclusioni

Diventare azionisti di una grande società è il sogno di tutti, ma ciò comporta investire grandi capitali e non tutti possono permetterselo. Anzi, probabilmente pochissimi.

Il trading online aiuta proprio a farlo partendo con somme di denaro esigue ed utilizzando piattaforme agevoli.

Ciò è possibile con il trading CFD e su broker regolamentati.

Fai tanta pratica con un conto demo prima di iniziare a fare sul serio e leggi libri sul tema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

DA LEGGERE

Investire Oggi: come iniziare partendo da zero [Guida 2021]

0
Come investire oggi partendo da zero? Quali sono le migliori opportunità di investimento oggi? Certo, parlare di investimenti in un periodo così difficile come quello...