HomeMaterie primeComprare Petrolio: guida per investire

Comprare Petrolio: guida per investire [2021]

Il petrolio, come noto, è molto importante per l’industria e per la viabilità. Tuttavia, è anche un interessante asset per fare trading.

In questa guida completa sul petrolio, possiamo vedere come investire e se conviene.

Non pensare però di dover portare a casa taniche di benzina e aspettare che il prezzo salga e così lo rivendi per conseguire un profitto. Invece, la compravendita del petrolio avverrà su piattaforme online, e potrai svolgerlo comodamente da un Pc o uno smartphone o un tablet.

Non pensare a tutto come un gioco, ma occorre invece formarsi adeguatamente sia con la formazione teorica che pratica.

Per fare trading sulle materie prime è consigliabile usare le piattaforme CFD. Ad esempio utilizzando OBRinvest si hanno a disposizione anche i segnali gratuiti. Si tratta di un broker regomlamentato che permette di fare trading facilmente sulle principali commodities. Per saperne di più sui segnali di OBRinvest visita questa pagina.

Comprare Petrolio: che vuol dire?

Cosa vuol dire comprare petrolio? Come detto, non vuol dire portare a casa taniche di benzina da mettere in cantina o in garage.

Ma di fare trading telematicamente tramite piattaforme di trading. Che però ricorda devono avere regolare licenza per operare, per non cascare in truffe di chi promette guadagni esagerati. Per poi subire perdite.

Conviene comprare Petrolio?

Ricordati che il petrolio che troverai sui mercati è di due tipologie:

  • WTI: è il petrolio originario del Texas, stato notoriamente ricco di oro nero, come rappresentano bene anche diversi film di Hollywood
  • Brent: il petrolio europeo che viene estratto dal Mar del Nord

Migliori broker per investire sul petrolio

Di seguito vi proponiamo i migliori broker per negoziare sulle commodities e sul petrolio:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading
66% dei trader perde soldi
Commissioni basseISCRIVITI
Servizio CFDConto demo gratisISCRIVITI
Segnali gratisCFD su vari assetISCRIVITI
Conto demo illimitatoIntelligenza artificiale ISCRIVITI
CFD e commissioni convenientiPiattaforma regolataISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Comprare petrolio tramite CFD

Il trading CFD è un’ottima occasione per investire in petrolio. Infatti, opererai con un contratto che è standardizzato, quindi resta sempre uguale e semplificato a prescindere dall’asset sul quale vuoi investire.

Inoltre, il contratto è anche derivato, poiché non investirai direttamente sul petrolio ma comprerai un contratto che ne replica il valore. E anche questo è un vantaggio, poiché potrai sia investire al rialzo che al ribasso, dunque posizionarti sia long che short.

Ciò è un vantaggio poiché non dovrai per forza sperare che il prezzo del petrolio salga, ma puoi anche investire sul suo ribasso di prezzo attraverso la vendita allo scoperto.

Quindi, pensa all’opportunità quando il prezzo del petrolio è crollato durante la pandemia, alla luce del blocco della produzione industriale e della viabilità delle auto in seguito ai lockdown.

Altro vantaggio importante riguarda i costi, giacché le commissioni di trading sono contenute.

Infine, potrai sfruttare le potenzialità della leva finanziaria, che è un moltiplicatore che ti consente di guadagnare molto di più di quando investi.

Ricordati però di andarci piano, poiché se la tua previsione è errata, finirai pure per perdere i soldi sul tuo conto. Sebbene i broker abbiano delle contromisure per evitare il peggio.

Inoltre, l’autorità di controllo sui mercati finanziari ESMA, ha ridotto di molto i livelli massimi di leva finanziaria per i trader meno esperti.

Vediamo ora quali sono i migliori broker per fare trading CFD sul petrolio.

Trading sul Petrolio con eToro

Se vuoi comprare petrolio con il trading CFD, eToro è la risposta ideale.

Infatti, il broker ti permette di farlo andando ad investire direttamente sulla materia prima. Oppure, investendo sulle singole società quotate in borsa che si occupano di estrazione, lavorazione e distribuzione del petrolio.

Varia è anche la scelta degli ETF sul petrolio che troverai su eToro. A prescindere, per ogni asset sul quale avrai riposto la tua attenzione di trader, avrai a disposizione dei grafici, delle statistiche e delle descrizioni che serviranno a delucidarti le idee.

Puoi leggere cosa dicono e fanno sul petrolio i migliori trader, chiamati Popular investors. Facendo un salto nella sezione Feed.

O, ancora, puoi decidere di fare trading copiando cosa fanno i migliori trader, chiamati Popular investors. I quali a loro volta guadagnano una commissione sui trader che li copiano.

Puoi iniziare a fare trading sulle commodities con eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading CFD Petrolio con Plus500

Il broker Plus500 è un’altra scelta interessante per fare trading sul petrolio.

Parliamo sempre di un broker con regolari licenze per operare, e tante possibilità di fare trading sul petrolio.

Anche in questo caso, sia investendo sulla materia prima e quindi sulle sue oscillazioni di prezzo. Sia comprando le azioni delle società quotate in borsa che si occupano di petrolio. E sia sugli ETF Petrolio che ne replicano il valore, gestiti dalle società più importanti del settore.

Il broker Plus500 non manca di offrire servizi interessanti, come l’assistenza clienti in Live chat. O un conto demo che si ricarica e che ti permette una formazione pratica continua.

O, ancora, puoi decidere di farti avvisare via mail con un alert molto comodo, che ti aggiorna sui cambiamenti di trand più interessanti degli asset. Una sorta di segnali di trading.

Puoi iniziare a fare trading sulle commodities con Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Comprare Petrolio con Capital.com

Capital.com è un broker innovativo che, non a caso, ogni anno riceve premi per le proprie piattaforme all’avanguardia. Ultimo proprio nel 2020.

Capital.com offre piattaforme di trading con intelligenza artificiale integrata, nonché una app pensata proprio per la formazione: Investmate.

Ancora, il broker, che ricordiamo pure ha licenze regolari e condizioni economiche vantaggiose come i precedenti, ti permette di svolgere un’analisi tecnica molto accurata sul petrolio con dei grafici contenenti oltre 70 indicatori di trading.

Dulcis in fungo, Capital.com prevede un deposito minimo di 20 euro per il conto base. Prevedendone poi altri 2 per chi punta a servizi maggiori, pagando di più di deposito.

Puoi iniziare a fare trading sulle commodities con Capital.com cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading sul Petrolio con FP Markets

Il broker FP Markets è come i precedenti spread-only, perché prevede solo il pagamento dello spread sul trading. Ha inoltre una esecuzione rapida grazie alla struttura server NY4 su cui poggia.

Con il broker FP Markets non patirai nessun rischio di Dealing Desk.

L’assistenza clienti è in multilingue 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Le app di trading offerte da FP Markets sono user-friendly e sia per i sistemi operativi iOS che Android.

Le piattaforme proposte sono le più amate dai trader, MetaTrader 4 (MT4) e MetaTrader 5 (MT5).

Non mancano poi tante licenze vantate, che ne fanno un broker sicuro.

Puoi iniziare a fare trading sulle commodities con FP Markets cliccando qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Comprare Petrolio in Banca è possibile?

Oltre alle piattaforme CFD prima elencate, potresti anche affidarti alle banche.

In effetti, le grandi banche italiane ed internazionali, stanno sempre più offrendo servizi per il trading online. In quanto hanno inteso che esso interessi sempre di più gli utenti.

Pensiamo a Mediolanum, Unicredit, Fineco, Credit Agricole, Deutsche Bank, ecc.

Se è vero che si tratta di colossi bancari affidabili e seri, è anche vero però che andrai incontro ad un altro ordine di problemi: i costi.

Infatti, solitamente le banche impongono commissioni molto più elevate, oltre a servizi minimal e non certo come quelli delle banche sopra elencate.

Inoltre, se non sei già un loro correntista, molto probabilmente ti chiederanno di aprire anche un conto presso di loro. Il che è un impegno burocratico ed economico aggiuntivo.

In linea di massima, se è vero che il trading con le banche è possibile, è anche vero che andrai incontro a costi maggiori e meno servizi innovativi. Quindi non conviene più di tanto.

Conviene soprattutto se movimenti grossi capitali e sei molto attivo. Allora in questi casi le commissioni non ti danneggeranno più di tanto.

Se invece apri pochi trades al mese e per di più anche con cifre ridotte, cioè sei un trader retails, allora non ti conviene.

Comprare ETF Petrolio

Puoi anche decidere di investire sul petrolio non sulle singole società quotate in borsa che si occupano di questo settore o sulla materia prima, bensì sugli Exchange traded fund. Dei panieri che racchiudono l’andamento di più società, organizzati da colossi finanziari specializzati in ciò.

Furono di fatto lanciati per la prima volta da The Vanguard Group negli anni ‘70, che li ha di fatto ideati. Poi, in tempi più recenti, è stato superato per volume di capitali gestiti da iShares, società finanziaria rilevata da un altro colosso finanziario: Black Rock.

Sui broker prima menzionati, troverai sia gli ETF di iShares che di The Vanguard. Che possono convenire poiché mitigherai di più i rischi, giacché se un asset nell’ETF è in perdita, sarà controbilanciato da un altro che sta andando meglio.

Un altro vantaggio dell’ETF è che il capitale alla sua base è scollegato a quello della società emittente. Così, anche in caso di fallimento della società emittente, il tuo investimento non sarà a rischio.

Gli ETF, tendenzialmente, essendo fondi passivi, richiedono anche commissioni più contenute rispetto ai fondi attivi. Il che va a sommarsi alla convenienza dei costi contenuti dei broker.

Infine, tieni conto che gli ETF sono organizzati e gestiti da società che ne sanno una più del diavolo. Che si servono di grandi esperti della materia per proporre i loro prodotti. E ciò ti permette anche di essere meno impegnato nelle analisi tecniche e fondamentali per capire su quale società investire. Proprio perché c’è chi lo avrà fatto già per te.

WTI: grafico in tempo reale

Ecco l’andamento del prezzo del WTI in tempo reale:

Conviene acquistare Petrolio?

Investire sul petrolio significa investire su una materia prima classica, da sempre attenzionata dagli investitori.

Il petrolio, malgrado sia giustamente denigrato per come inquina il pianeta e per come scateni guerre e crisi diplomatiche, resta ancora la principale risorsa energetica mondiale.

Anche perché le energie naturali rinnovabili riescono solo in parte a coprirne l’importanza, mentre la strada per la diffusione delle auto elettriche è ancora lunga. Sia per gli alti costi, sia per le carenze infrastrutturali dovute alla mancanza di colonnine.

Investire sul petrolio significa essere disposti ad effettuare un’analisi a 360 gradi. Non solo tecnica, basata sull’andamento del suo prezzo, raffigurato sui grafici. Quindi cercando di trarre vantaggio dalle previsioni sui suoi movimenti.

Ma anche una accurata analisi fondamentale, dove dovrai stare attento alle notizie che possono influenzare il prezzo del petrolio.

Infatti, dovrai tenere le antenne dritte riguardo i cambi di governo nei principali paesi produttori. Stare attento a golpe, che potrebbero poi influenzare pesantemente sui prezzi del petrolio.

Poni anche attenzione alle dinamiche geopolitiche, quindi alle crisi tra gli stati, che possono anche sfociare in guerre. Ciò può influire pesantemente sul rifornimento del petrolio e quindi sui prezzi.

Utilizza quindi broker che, oltre ad ottimi grafici per l’analisi tecnica, mettano anche a disposizione strumenti per l’analisi fondamentale. Come un calendario economico e le breaking news ben in vista.

Previsioni sul petrolio e target price

Il prezzo del petrolio è tornato a salire dopo il crollo dovuto all’inizio della pandemia covid-19. Se il prezzo del Brent è tornato a crescere con maggiore costanza e continuità, dopo poco tempo, quello del WTI ha impiegato un po’ più di tempo. Iniziando a farlo da ottobre 2020.

Per entrambi, stanno risultando positive le notizie riguardanti le vaccinazioni a livello mondiale, che stanno consentendo un graduale ritorno alla normalità.

Tanto che al momento della scrittura, per entrambi, abbiamo anche già leggermente superato i livelli di prezzo pre-Covid.

Riguardo le previsioni sul prezzo del petrolio, Goldman Sachs evidenzia come nel Q2 del 2021 il prezzo del WTI dovrebbe raggiungere i 72,5 dollari al barile.

Nel Q3 2021, la tendenza al rialzo dovrebbe proseguire con un apprezzamento fino a 77 dollari al barile. Mentre, nell’ultima parte dell’anno, è previsto un ritracciamento a 72 dollari.

Per quello che invece riguarda il Brent, nel Q2 2021 i prezzi dovrebbero arrivare a 75 dollari al barile, per poi crescere a 80 dollari nel Q3 (quello caratterizzato dal periodo estivo). Per poi assestarsi a 75 dollari al barile alla fine del 2021.

Quindi, ricapitolando per entrambi, se fino all’estate i prezzi dovrebbero salire in modo sostenuto, nel corso dell’ultimo Q4 del 2021 dovrebbero registrare un ritracciamento non troppo eccessivo.

Comprare Petrolio: le domande frequenti

Come funziona comprare petrolio?

Significa investire sul petrolio con i CFD. Investendo o sulle aziende quotate in borsa del settore petrolifero, o investendo sui cambiamenti di prezzo della materia prima o investire sugli ETF.

Conviene comprare petrolio?

Può risultare conveniente se si è disposti ad analisi accurate, essendo questo un asset sottoposto a più variabili. Da quelle legate al settore automobilistico, all’andamento del settore industriale, passando per le nuove tecnologie che potrebbero sostituirlo fino ai conflitti e le dinamiche geopolitiche.

Dove comprare petrolio?

Puoi provare su broker come eToro e OBRinvest

Comprare Petrolio

Conclusioni

Il petrolio è un asset per il trading online “tradizionale”, come per esempio l’oro. Rientra tra le materie prime Hard e può essere comprato tramite CFD.

Ciò significa che investirai in modo indiretto sul petrolio, tramite contratti derivati. Il che ti darà facoltà di speculare sia sui rialzi di prezzo che sui ribassi.

Il trading CFD sul petrolio comporta analisi molto approfondite, sia tecnica che fondamentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

DA LEGGERE

Comprare azioni: guida completa per iniziare a investire [2021]

0
Come comprare azioni? Hai in mente di comprare azioni, o come si dice in gergo, per noi errato, giocare in borsa, ma non sai...