Home Recensioni Directa trading: conviene? Opinioni e recensioni 2021

Directa trading: conviene? Opinioni e recensioni 2021

Cos’è Directa trading? Come funziona Directa trading?

Spesso proponiamo recensioni su Broker stranieri, generalmente con sede a Cipro e gestiti da società estere. In questo articolo, proponiamo un broker del tutto italiano.

Certo, non per amor di patria, che nel trading deve essere riposto se si vuole essere guidati soprattutto dai buoni propositi di trarre profitti importanti. Bensì, perché vogliamo aiutarti a capire se Directa trading è affidabile o meno.

Una delle scelte migliori per fare trading online è quella di utilizzare la piattaforma di eToro. Si tratta di un broker regolamentato che offre vari servizi ai suoi iscritti come il copy trading che permette di copiare dai migliori traders in modo da partire subito. Per saperne di più sul broker eToro cliccate qui per visitare il sito ufficiale.

Directa cos’è

Cos’è il broker Directa? Oltre alla sua italianità, un’altra buona notizia è che può essere considerato un antesignano del trading online nostrano.

E’ stato fondato nel 1996, quando il 99,9 percento degli italiani non sapevano cosa fosse il trading online. Percentuale oggi molto ridotta grazie al successo del bitcoin che ha avvicinato molti a questa attività e alla diffusione di strumenti che l’hanno reso estremamente semplice: smartphone e tablet.

Anzi, ancora prima del 1996, dato che la omonima società che lo gestisce è nanta un anno prima a Torino. Fin da subito, la società ha avuto come scopo quello di consentire a chi fosse interessato di fare una compravendita senza rischi e con costi ridotti di azioni direttamente online. Il tutto comodamente tramite un personal computer da casa. Strumento anche quello ancora agli albori per i refrattari alle novità e alle tecnologie italiani. Diffusisi poi dal 2000 in poi.

Il trading online di Directa consentiva quindi di trarre delle plusvalenze dai movimenti dei prezzi degli asset. Mediante strategie di trading poi diventate solo alcune tra le quali effettuare, come lo scalping o il day trading.

Certo, il day trading e in particolar modo lo scalping, sono modi di operare più adatti per chi è molto pratico di trading. Giacché premettono una certa dimestichezza e rapidità di agire.

Directa Trading: le FAQ (domande frequenti)

Come prima cosa cerchiamo di rispondere alle domande comuni su Directa:

Directa Trading è una piattaforma sicura?

Assolutamente si. E’ una piattaforma regolamentata che ha le autorizzazioni necessarie a offrire servizi finanziari come tutte quelle che proponiamo nel sito.

Directa è conveniente dal punto di vista delle commissioni?

E’ un broker come altri ed applica commissioni su ogni operazione. Ci sono sicuramente alternative interessanti.

Qual è la migliore alternativa a Directa Trading?

Il mercato offre oggi molte alternative per chi vuole iniziare a fare trading seriamente. Sicuramente eToro, può essere considerata una alternativa valida in quanto consente di copiare dai migliori investitori.

Directa trading è affidabile

Cerchiamo subito di rispondere ad una domanda che ti sta sicuramente frullando nella testa: Directa è una truffa?

Directa trading è autorizzato dall’autorità preposta al controllo sui mercati finanziari – la Consob – di operare in Italia.

Non risultano fino al momento della scrittura, accuse di truffa o cause in corso. Consente di operare via internet sulla Borsa di Milano, su diversi asset tra i quali:

  • Azioni
  • Derivati
  • Titoli a reddito fisso
  • NYSE
  • NASDAQ
  • AMEX
  • CME
  • OTC
  • Eurex
  • XETRA
  • Cboe Europe
  • Forex

Come funziona Directa Trading

La piattaforma offerta da Directa trading è molto semplice da usare, anche grazie a continui aggiornamenti del software in questi anni.

La piattaforma può essere utilizzata sia in formato web-based, in modo agevole su ogni tipo di browser, sia scaricando un leggero software sul Pc.

Ma non solo facilità di utilizzo. Non mancano infatti strumenti pull o push, al fine di soddisfare i trader più esigenti ed operativi.

Ecco alcuni degli strumenti più interessanti che si possono trovare sulla piattaforma Directa:

  • multiBook: mostra in una sola finestra quotazioni e grafici, così da consentire agevolmente l’analisi tecnica
  • flashboard: permette ai trader che vogliono operare in quel modo, di fare scalping in modo rapido
  • flashbook: si tratta di un applet che mostra fino a 10 titoli, per poter operare in modo diretto dal book con un unico click
  • grafico java interattivo: si basa su un sistema push che lo aggiorna in tempo reale così da non perdere alcun movimenti dei prezzi degli asset

Directa: la piattaforma di trading

Quali sono le piattaforme di trading offerte da Directa? Questo Broker online ne ha per tutti i gusti. In base a dove si preferisca operare e in che modo.

E così abbiamo:

  • dLite: utilizzabile sia su rete fissa che mobile
  • Base, flashBoard, flashBook, Darwin, Traderlink VT, multiBook: solo da rete fissa
  • Touch Trader: solo su rete mobile

Dunque, a parte Traderlink Visual Trader, che va scaricato, per tutti gli altri è possibile usarli senza download. E sono adattabili su tutti i principali sistemi operativi.

Sono gratuite e create dallo stesso Broker. Quindi, non dovrai scaricare piattaforme di terze parti. Sono anche integrate tra loro, pertanto, anche quando passerai da una piattaforma all’altra, troverai comunque sempre la medesima situazione di trading.

Quotazioni sempre aggiornate in real time, piattaforme fluide e veloci, così che non ti troverai dinanzi a piattaforme che si impallano facendo perdere interessanti occasioni di trading.

Possibilità di realizzare acquisti con il “margine”, con la leva finaziaria

Disponibili grafici intraday ma che vanno anche molto indietro nel tempo.

Il Broker Directa prevede perfino il calcolo della componente fiscale. Infine, possibilità di accedere sempre al proprio conto. Anche quando le borse sono chiuse.

Directa commissioni

Quali sono le commissioni previste dal broker Directa? E siamo arrivati alle dolenti note su Directa. Infatti, le commissioni prevista da questo broker made in Italy sono alquanto articolate. E forse sconvenienti. Sebbene sia molto trasparente in questo senso, come pochi.

Directa Trading caratteristiche

Per esempio, consente di fare trading tramite il book con LMAX di Londra. Per quanti non lo sapessero, si tratta di un MFT regolamentato al quale viene fornita liquidità dai maggiori market del settore. Tuttavia, sul Forex occorre pagare uno spread pari a 1 pip, che però include pure le commissioni previste dal broker.

Ma il peggio deve ancora venire. Le commissioni sono più alte per asset come azioni, futures e opzioni.

Per esempio, sull’ MTA italiano, con un proporzionale racchiuso in un range tra l’1,9 e l’1,3 percento, si oscilla tra 1,50 e 18 euro. Si può però optare per una commissione di tipo fissa i 5 euro.

Sulla borsa tedesca XETRA, il proporzionale è invece dello 0,025% per un minimo di 9,50€.

Ed ancora, su Europa Cboe, 0,025% del controvalore minimo di 9,50€.

Riguardo ai mercati americani – come visto NYSE, NASDAQ, AMEX, via market maker o via Cboe – la commissione fissa è di 9 dollari americani.

Dunque, siamo di fronte a commissioni che rievocano quelle bancarie. Che spesso sconsigliamo. Fermo restando che per aggirarle non dobbiate certo ricorrere a piattaforme truffa.

E’ possibile infatti affidarsi a Broker spread-only, che sono commission free sul trading. Ma che, nonostante ciò, hanno comunque regolare licenza per operare. Broker che vedremo più avanti.

Certo, fermo restando che stiamo parlando di trader retails, di quelli che investono importi limitati e per i quali commissioni e spread incidono di più. Magari i trader istituzionali e facoltosi, possono anche preferire Directa poiché il problema commissioni è relativo.

Piattaforme di trading senza commissioni

Veniamo dunque alle piattaforme di trading che prevedono zero commissioni sul trading ma solo lo spread. Le quali, come detto, hanno comunque regolare licenza per operare. Quindi, non vi stiamo proponendo siti che pur facendovi risparmiare, alla fine sono solo una frode.

Chi ci legge spesso sa bene che invece proviamo sempre a scovare le truffe nel trading e a mettere in guardia i trader.

Trading senza commissioni con ForexTB

Il Broker ForexTB (clicca qui per saperne di più) è un broker con commissioni e spread inferiori alla media del mercato.

A fronte di ciò, ha regolare licenza CySEC, rilasciata a Cipro e vantata da altri Broker rinomati. Come gli altri che enunceremo di seguito.

Inoltre, ForexTB ti consente di prepararti bene sul trading grazie ad una ottima offerta formativa e ai segnali di trading elaborati da un leader del settore come Trading Central.

Per iniziare a fare trading con ForexTB visita questa pagina.

Trading senza commissioni con eToro

Il Broker eToro (clicca qui per saperne di più) non lo nominiamo certo a casa. Vanta ben 3 licenze per operare: CySEC, FCA e ASIC. Della prima abbiamo già detto, la seconda viene rilasciata in Gran Bretagna ed è molto prestigiosa perché controlla le società presenti sulla importante London Stock Exchange. Mentre l’ASIC controlla i mercati finanziari in Australia.

Il Broker eToro è molto conveniente in termini di spread e commissioni, e oltre a ciò, offre tanti servizi. Come il Copy trading, dove ti è consentito copiare quanto fanno i trader più bravi.

Per iniziare a fare trading con eToro visita questa pagina.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading senza commissioni con Plus500

Il Broker Plus500 (clicca qui per saperne di più) è un’altra piattaforma di trading online molto conveniente in termini di spread e commissioni. Ha sia la licenza CySEC che quella FCA. Oltre a ciò, Plus500 è sponsor di diverse squadre di calcio.

Il Broker offre un Conto demo con 100mila euro virtuali, una vasta scelta di lingue disponibili, una assistenza clienti in temo reale e un servizio di alert sulle variazioni di prezzo.

Il Broker ha una piattaforma facile da usare ed offre il trading su oltre 2.500 asset disponibili.

Per iniziare a fare trading con Plus500 visita questa pagina.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Conclusioni

Conviene fare trading con la piattaforma Directa? Stiamo parlando di una piattaforma con una esperienza di un quarto di secolo, iniziando quando il trading online era per pochi intimi.

Offre un’ampia platea di piattaforme per le più disparate esigenze, anche funzionali e reattive. Abbiamo però visto che la principale nota dolente sono le commissioni sul trading, all’incirca paragonabili a quelle delle banche.

Altri punti critici sono l’assenza delle criptovalute, un fatto praticamente ormai intollerabile essendo l’asset del momento e uno dei principali vettori che avvicinano i trader oggi giorno. Nonché il fatto che sembri più adatto a trader navigati che a quelli alle prime armi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

DA LEGGERE

Vivere di rendita: come fare e quanti soldi servono

0
Come si può vivere di rendita? A chi non piacerebbe vivere senza dover lavorare? Senza dover tenere conto ad un datore di lavoro? Dover...