HomeIndici di BorsaDow Jones Industrial Average (DJI)Dow Jones frena dai massimi di sempre con aumento contagi negli USA...

Dow Jones frena dai massimi di sempre con aumento contagi negli USA e deboli dati macro

Lieve ritracciamento per il listino dei titoli industriali a larga capitalizzazione quotati a Wall Street, dopo la sbornia delle ultime due settimane. L’indice Dow Jones mentre scriviamo, al giro di boa della sessione di Martedì 17 Novembre, sta facendo registrare un calo dello 0,45% a circa 29.815 punti, ma tuttavia in ripresa dal minimo intraday toccato a quota 29.521 punti.

Le quotazioni rimangono quindi ancora agganciate ai massimi di sempre a circa 29.965 punti, toccati nelle ultime ore, sulla scia dell’euforia per la creazione di ben due vaccini anti Covid19, da parte dei gruppi farmaceutici americani Pfizer e Moderna.

Le prese di beneficio scattate nel corso della seduta odierna sono invece state principalmente causate dall’impennata dei contagi negli States e da dati macroeconomici in chiaroscuro.

I governatori degli stati New Jersey, California e Iowa sono stati costretti ad imporre nuove restrizioni dopo che la pandemia si sta espandendo al ritmo più elevato dallo scoppio della pandemia. Si teme che con l’arrivo dell’inverno in alcuni stati il virus possa raggiungere ulteriori picchi.

Sotto l’aspetto prettamente macro, l’indice Dow Jones è stato frenato dalla alle vendite al dettaglio del mese di Ottobre, aumentate soltanto dello 0,3%, mentre gli analisti si aspettavano un incremento dello 0,5%. Si è trattata della minor variazione degli ultimi sei mesi. Le vendite al dettaglio filtrate delle componenti più volatili, quali auto e carburanti, sono salite dello 0,6%, mentre il consensus dava un incremento dello 0,6%. Si teme che con l’aumento dei contagi vendite e consumi negli USA possono essere messi ulteriormente a dura prova.

Lievemente migliore delle attese, invece, la stima relativa alla produzione industriale nel mese di Ottobre, in crescita dell’1,1% sul mese precedente. Le attese degli analisti, invece, erano per un incremento dell’1%. Lettura che invece ha evidenziato un deciso cambio di marcia rispetto al calo dello 0,4% di settembre, a sua volta rivisto lievemente al rialzo rispetto alla contrazione dello 0,5% della prima comunicazione.

Molti investitori stanno utilizzando le piattaforme di trading certificate per fare trading sulle azioni. Un esempio su tutti può essere il broker eToro. E' una piattaforma molto utilizzata che offre servizi molto interessanti, come il copy trading che permette di copiare le operazioni dei trader più esperti.

Per iniziare a fare trading di azioni con eToro cliccate qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Andamento Indice Dow Jones sul Breve-Medio Periodo

L’indice Dow Jones, come in evidenza sul grafico con time-frame giornaliero in alto, sta continuando a consolidare a ridosso dei top di sempre, nonostante le momentanee prese di beneficio. Dopo una discesa intraday di quasi l’1,5%, come spesso accade, è arrivata una nuova bordata di acquisti a sostegno dei corsi.

Quotazioni che nelle ultime sedute si sono ulteriormente allontanate dalle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni, che fungono da supporti.

Il primo sostegno di brevissimo si colloca a circa 29.115 punti, livello su cui transita la media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico).

Primo supporto daily che invece passa sulla media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico), che si colloca in area 28.525 punti.

Sul breve-medio periodo, invece, l’impostazione continuerà a mantenersi saldamente rialzista finché le quotazioni stazioneranno al di sopra della media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che al momento transita in area 28.150 punti. L’eventuale perdita del livello appena indicato, in chiusura daily o peggio ancora settimanale, potrebbe causare ulteriori discesa con target in area 27.000-26.700 punti.

L’eventuale break-out dei recenti massimi, invece, potrebbe favorire ulteriori estensioni rialziste con primo target in area 30.500-30.700 punti ed obiettivo successivo in area 31.000-31.500 punti.

Conclusioni

Lecito attivare nuove posizioni corte con chiusura oraria minore di 29.114 punti, per sfruttare eventuali flessioni in area 28.934 e 28.645 punti, estesi a 28.468 punti; stop loss in caso di ritorno sopra 29.521 punti in chiusura oraria.

Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 30.985 punti, in ottica di veloci pull-back prima a 30.605 punti e successivamente a 30.490 punti estesi a 30.186 punti; stop loss in caso di allungo oltre 31.200 punti in chiusura di giornata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

DA LEGGERE

Comprare azioni: guida completa per iniziare a investire [2021]

0
Come comprare azioni? Hai in mente di comprare azioni, o come si dice in gergo, per noi errato, giocare in borsa, ma non sai...