Home Guida Trading intraday: come fare trading giornaliero in modo efficace

Trading intraday: come fare trading giornaliero in modo efficace

Cos’è il trading intraday? Il nome di questa strategia di trading online dovrebbe già dirti qualcosa. La chiave di volta per la comprensione di questa tipologia di trading online sta proprio nella parola “intraday”, che è traducibile in “entro l’arco di una giornata”. O, intragiornaliero, per farla più breve.

Insomma, avrai intuito che si tratta di un modo di fare trading online che inizia e si esaurisce all’interno di una stessa giornata.

Molti eseguono questo tipo di strategia, ma non vuol dire che sia adatto a tutti i trader e a tutti i tipi di asset. Ogni asset predilige tendenzialmente un certo tipo di strategia, così come ogni trader ha un proprio carattere emotivo e un proprio background. Pertanto, preferisce applicare un certo tipo di strategia anziché un’altra.

Per scoprire se il trading intraday fa per te e se conviene davvero, di seguito ti proponiamo una guida completa sul trading intraday. Per farti fare una idea più precisa di cosa si tratta. E quali sono i migliori Broker per praticare il trading intraday.

Una delle scelte migliori per fare trading online è quella di utilizzare la piattaforma di eToro. Si tratta di un broker regolamentato che offre vari servizi ai suoi iscritti come il copy trading che permette di copiare dai migliori traders in modo da partire subito. Per saperne di più sul broker eToro cliccate qui per visitare il sito ufficiale.

Trading intraday: definizione

Cos’è il trading intraday? Detto anche day trading, consiste nel comprare o vendere asset quotati sul mercato finanziario, all’interno di una sola giornata.

Gli asset sui quali praticare il trading day possono essere i più disparati. Sebbene alla fine viene preferito soprattutto per il trading di azioni e le valute Forex è quello che va per la maggiore per questo genere di strategia.

In pratica, tramite il trading day un trader cerca di sfruttare sui cambiamenti di prezzi di uno o più asset, che si verificano durante una giornata di trading. Quindi, conclude la sua posizione entro lo stesso giorno, senza andare overnight o sconfinare il giorno successivo.

Una delle caratteristiche che deve avere un asset, ovviamente, è quello di essere molto liquido. Proprio per fare in modo che il trading abbia davvero fruttato qualcosa.

Trading intraday: FAQ (le domande frequenti)

Cerchiamo ora di rispondere alle domande comuni sul trading intraday:

Che cos’è il trading intraday?

Si tratta di una strategia o metodo che consiste nell’operare con singole transazioni sui mercati che si consumano nell’arco di una singola giornata (day).

Perchè conviene trading intraday?

E’ una metodologia che consente di investire il capitale in operazioni secche verificandone subito la riuscita. Inoltre si evitano le commissioni che i broker spread only applicano nel momento in cui si cambia la giornata.

Quali piattaforme usare per fare trading intraday?

Conviene usare le piattaforme con commissioni basse, ad esempio eToro che non applica alcun costo nascosto ed offre le demo gratuite.

Trading intraday come funziona

Come funziona il trading intraday? Come detto, il trader apre una posizione generalmente nelle prime ore del mattino, appena il mercato apre (generalmente tra le 9 e le 11) e la chiuderà prima della sua chiusura (tendenzialmente 16 o 17 del pomeriggio).

Il rischio è che un asset possa prendere una direzione diversa e che lo faccia pure bruscamente. Finendo per rendere ancora più pesante la perdita per il trader. Anche se, dato l’arco ristretto di durata del trading, difficilmente una perdita finirà per essere troppo grave. Almeno lo sarà minore rispetto ad un trading che si sviluppa su più giorni.

Un vantaggio del trading intraday è che fa evitare al trader le commissioni per mantenere una posizione aperta nelle ore notturne, chiamate in gergo swap.

Certo, non sempre lo swap si tramuta in un costo. Infatti, quando si opera in modo contrarian rispetto al mercato, lo swap potrebbe diventare positivo. Trasformandosi in un reddito anziché una commissione.

Lo swap positivo dà origine ad un’altra strategia di trading: il Carry Trade.

Il trading day viene perseguito però anche per non esporsi ai cambi di prezzo durante le ore notturne. Lasciandoci poi brutte sorprese quando il mercato riapre. Quindi, un altro vantaggio del trading intraday è che protegge il trader che lo sceglie dai rischi che si verifichino dei gap nei prezzi dell’asset.

In generale, il fatto che i trader pratichino il day trading porta vantaggi al mercato in generale. Poiché fornisce liquidità.

Piattaforme per fare trading intraday

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
eToro social trading
Copy trading
66% dei trader perde soldi
Commissioni basseISCRIVITI
plus500
Servizio CFDConto demo gratisISCRIVITI
v
Segnali gratisCFD su vari assetISCRIVITI
xm.com
CFD e commissioni convenientiPiattaforma regolataISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Strategie di trading intraday

Quali sono le migliori strategie di trading intraday? La cosa importante è organizzarsi, avendo bene a mente una strategia di trading sa seguire. Ciò ci aiuterà a mitigare i rischi che saranno sempre presenti sui mercati finanziari.

Per applicare il day trading, il trader deve avere dimestichezza dei fattori che muovono il mercato. Quindi, deve essere capace di eseguire analisi tecniche e fondamentali di un asset.

Per fare ciò, deve:

  • avere sempre sotto mano il calendario economico, con le date dei principali eventi economici che di volta in volta si verificano e che possono influenzare i mercati. Solitamente i Broker ne devono offrire uno sulla Home page
  • aggiornarsi continuamente con le principali news che riguardano gli asset che predilige. Meglio quindi abituarsi a leggere quotidiani economici, anche in inglese se si riesce. E comunque, in genere i Broker riportano le breaking news sulla loro Home page o nella sezione destinata al trading
  • avere dimestichezza con gli indicatori di trading, che danno degli aspetti principali sul prezzo di un asset ed essendo specifici, vanno usati di concerto
  • saper utilizzare i grafici, al fine di avere una rappresentazione grafica chiara dell’andamento di un asset su uno o più archi temporali

Molto importante è il proprio self control, saper mantenere la calma dinanzi ad un mercato che affonda. O, di contro, che impazzisce verso il rialzo. Spesso si tratta di situazioni temporanee e non è detto che bisogna sempre muoversi subito.

In genere, sono queste le principali strategie di trading day.

Trend trading

Questa strategia pone maggiore attenzione sulla direzione dei prezzi degli asset, al fine di trarre profitto dalla compravendita degli asset.

Nel caso in cui il trend sia rialzista in modo costante, allora il trader finirà per assume posizioni long.

Se viceversa il trend è al ribasso in modo costante, allora si applicheranno posizioni short di vendita.

Questa strategia non è solo propria del trading intraday ma può chiaramente essere applicata anche per trading lunghi più giorni. Va da sé che se la si concluderà entro la fine della giornata, allora rientrerà nel novero di un day trading.

Swing trading

Con questa strategia, invece, si approfitta dei pattern di prezzo a breve termine. Giacché si ritiene che la direzione dei prezzi non sia mai univoca.

Lo swing trading consiste dunque in tanti trades aperti e chiusi durante l’arco di una giornata, cercando di approfittare di tutti i movimenti direzionali dei prezzi.

Quindi, a differenza di una strategia di trend trading, che si basa su strategia di lungo termine (anche se nel caso dell’arco della giornata, durano poche ore) lo swing trading predilige approfittare di tanti piccoli movimenti di prezzi.

Questo genere di strategia implica il dover avere una capacità di analisi veloce e capacità di agire molto lesta per poter conseguire dei profitti. Quindi non è per tutti.

Scalping

Questa strategia di trading è ancora più estrema della precedente, poiché si punta a tanti trade che portano ridotti profitti per volta.

Lo scalping si esaurisce nell’arco di una giornata per evitare che i piccoli profitti quotidiani siano poi erosi dai costi del trading overnight.

Mean reversion

Questa strategia si basa sull’assunto che un valore (dal prezzo di un asset al rapporto prezzo utili (P/E), finiscano per ritornare sulla loro media storica. Ossia sulla traiettoria che generalmente li distingue al di là di momentanei sussulti rialzisti o ribassisti.

Per applicare il mean reversion vengono utilizzati indicatori comele medie mobili. In quanto permette di trovare gli asset che di recente si sono distinti per il fatto di aver registrato trend molto diversi rispetto alla media storica.

Money flows

Traducibile in flusso di cassa, si basa sul prezzo ipervenduto o ipercomprato, basandosi sul volume e sul prezzo. Anziché prendere in considerazione solo il prezzo dell’asset come indicatore unico.

Si confrontano quindi la mole di operazioni tra il giorno precedente e quello corrente, per comprendere se il risultato finale siapositivo o negativo.

Per stabilire se si è in condizioni di ipercomprato o ipervenduto, vengono presi in considerazione due rispettivi valori: 80 e 20. Nel primo caso, il trader comprendere che è venuto il momento di vendere. Nel secondo, di comprare. In quanto i prezzi sono a livelli altissimi, o nel secondo caso, bassissimi. E quindi si vuole poi sfruttare la tendenza opposta.

Alcuni trader alzano la soglia a 90 e a 10, altri già a 70 e a 30. diciamo che sono scelte personali, sebbene l’obiezione nel primo caso, è che si tratta di valori che rischiano di far perdere una parte dei benefici del trend (90 e 10) o di essere troppo frettolosi e creare falsi segnali di tendenza (70 e 30).

Facendo quindi comprare e vendere troppo tardi o troppo presto. Mentre 80 e 20 sono considerati una giusta via di mezzo tra questi 2 valori.

Ti potrebbe interessare anche: Money managment, tutto quello che c’è da sapere.

Day trading: usare la leva finanziaria

La leva finanziaria è uno strumento molto interessante per fare day trading e non solo. Si tratta infatti di uno strumento che moltiplica i nostri profitti. Tuttavia, rischia di moltiplicare anche le nostre perdite nel caso in cui si sbagli previsione.

Trading intraday

Infatti, viene definita “arma a doppio taglio” e non è un caso che l’ESMA -European Securities and Markets Authority (ESMA) – ossia l’organismo di vigilanza sui mercati finanziari abbia ridotto i livelli drasticamente con la direttiva MiFID II varata lo scorso gennaio 2018. Portandola per esempio per le azioni a 1:30, per il Forex a 1:8 e per le criptovalute a 1:2.

Questo però per i trader retails, che sono quei trader che investono somme più basse e sono molto più a rischio rispetto ai trader istituzionali.

Come funziona la Leva finanziaria? Bisogna partire dalla comprensione del margine, che sarebbe l’importo che il broker presso cui ci siamo iscritti, trattiene dal nostro conto al fine di aprire la posizione.

Supponiamo che per investire su un asset ci servano 50.000 euro. In caso di una Leva finanziaria come quella sulle criptovalute di 1:2, ce ne basteranno 25.000 euro. E quindi il margine sarà del 50%.

La formula della Leva finanziaria è dunque questa:

Margine in % = 100 / rapporto di leva

Quindi, se il broker prevede una leva finanziaria 1:100, significa che per investire 50.000 euro ci basteranno soli 500 euro.

Naturalmente, non dovremo munirci ogni volta di calcolatrice, dato che i Broker hanno dei tools dove inserire solo i valori numerici.

Come detto, però, nel caso in cui la previsione fosse sbagliata, comunque perderemmo l’intera somma ugualmente. Nel caso di sopra, pur investendo 500 euro ne perderemmo 50.000 in casi di trade perdente. Purtroppo molti trader si lasciano prendere la mano senza considerare l’altra faccia della medaglia.

Quanto denaro investire

Non c’è un importo fisso da dover investire sul trading intraday. Dipende dalle vostre possibilità di investimento.

Oggi come oggi, ormai, i Broker con regolare licenza per operare, danno la possibilità di iscriversi con somme esigue. Che vanno dai 100 euro, come Plus500 ai 200 euro di eToro, passando per i 250 euro di ForexTB.

Ci sono poi Broker ancora più “democratici”, che permettono di iscriversi con soli 10 euro come IqOption, o addirittura 5 euro come XM.com.

Un consiglio è quello di diversificare i propri investimenti e di non focalizzarsi su un unico asset. Al massimo, il consiglio è di investire massimo il 5 per cento del proprio capitale su un trade.

Piattaforme per trading intraday

Quali sono le migliori piattaforme per il trading intraday? Eccone alcune, con le principali caratteristiche:

eToro

Ecco le principali caratteristiche del Broker eToro

  • Deposito minimo: 200
  • Numero account: 1
  • Servizi disponibili: Copy trading, Social trading, CopyPortfolios, eToroX wallet
  • Offerta formativa: Conto demo 100mila euro, eToro accademy
  • Licenze: CySEC, FCA, ASIC

Per iniziare a fare trading con eToro clicca qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

ForexTB

Un altro broker molto interessante, è ForexTB (clicca qui per maggiori informazioni), che grazie ai segnali di trading è uno dei più utilizzati in Italia:

  • Deposito minimo: 250 euro
  • Numero account: 4
  • Servizi disponibili: segnali di trading di Trading Central
  • Offerta formativa: Conto demo 100mila euro, Webinar, eBook, Glossario
  • Licenze: CySEC

Per iniziare a fare trading con ForexTB clicca qui.

Plus500

Concludiamo questa panoramica con Plus500, che è uno dei più apprezzati in Italia:

  • Deposito minimo: 100 euro
  • Numero account: 1
  • Servizi disponibili: Live chat, alert trading, 32 lingue disponibili, +2500 asset
  • Offerta formativa: Conto demo 100mila euro, Webinar, eBook, Glossario
  • Licenze: CySEC e FCA

Per iniziare a fare trading con Plus500 clicca qui.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Conclusioni sul trading intraday

Sperando di averti chiarito cosa sia il trading intraday, ti ricordiamo che la scelta finale resta a te su quale strategia di trading online prediligere.

Come già detto, dipende molto da quali asset ti ispirano di più, da quanto capitale puoi spendere e il tuo carattere (se sei ansioso, indeciso, spavaldo oppure temprato e ponderato nelle tue scelte).

Il trading intraday è solo una delle tante strategie di trading e potresti anche usarne diverse per avere maggiori occasioni di avere un profitto.

Scegli sempre Broker con regolare licenza come quelli che ti abbiamo elencato prima.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

DA LEGGERE

Vivere di rendita: come fare e quanti soldi servono

0
Come si può vivere di rendita? A chi non piacerebbe vivere senza dover lavorare? Senza dover tenere conto ad un datore di lavoro? Dover...