HomeAzioniComprare azioni Enel: come investire, quotazione ENEL e previsioni

Comprare azioni Enel: come investire, quotazione ENEL e previsioni [2021]

Enel pressapoco la conosciamo tutti. Una società italiana dedita alla produzione e distribuzione di corrente elettrica e gas. Una delle principali realtà imprenditoriali italiane. Ma, essendo anche quotata in Borsa, è interessante anche capire come comprare azioni Enel.

Dunque, in questo articolo, dopo aver presentato Enel come società, vedremo come comprare azioni Enel, se conviene comprare azioni Enel, i migliori broker per comprare azioni Enel, i principali concorrenti di Enel.

Perché prima di fare un investimento, occorre conoscere bene l’oggetto del nostro interesse. E per farlo, dobbiamo esaminarlo a 360 gradi.

Molti investitori stanno utilizzando le piattaforme di trading certificate per fare trading sulle azioni. Un esempio su tutti può essere il broker eToro. E' una piattaforma molto utilizzata che offre servizi molto interessanti, come il copy trading che permette di copiare le operazioni dei trader più esperti.

Per iniziare a fare trading di azioni con eToro cliccate qui.

78% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Enel: azienda e dati societari

Ecco i dati societari principali di Enel:

  • Forma societaria: S.P.A
  • Quotazione: Borsa Italiana
  • ISIN: IT0003128367
  • Anno di nascita: 1962
  • Sede principale: Roma
  • Fondatore: Governo italiano
  • Management: Michele Crisostomo, presidente. Francesco Starace, amministratore delegato e direttore generale
  • Settore industriale: produzione, distribuzione e vendita di energia (elettricità e gas naturale), erogazione di servizi
  • Fatturato: 65 miliardi €
  • Utile netto: 2,6 miliardi €
  • Dipendenti: 66 717

Piattaforme per investire in azioni Enel

Prima di proseguire vi segnaliamo quelli che sono attualmente i migliori broker per investire in azioni:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
Copy trading su azioni
66% dei trader perde soldi
Commissioni basseISCRIVITI
Conto demo illimitatoIntelligenza artificiale ISCRIVITI
Conto demo gratuitoWebinar e gruppo WhatsappISCRIVITI
Social trading e AutochartistCFD su vari assetISCRIVITI
Servizio CFD su azioni e indici
72% dei trader perde soldi
Conto demo gratisISCRIVITI
CFD e commissioni convenientiPiattaforma regolataISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta di piattaforme regolate e registrate alla Consob.

👍 Dati societariSocietà italiana dedita alla produzione e distribuzione di corrente elettrica e gas
💡 SettoreEnergia
🏢 SedeRoma
💻 QuotazioneBorsa di Milano
👍 TickerENEL
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per azioniCapital.com

Enel origini

Nel 1962 il Governo Fanfani IV decide di unificare tutte le società pubbliche sparse per il paese al fine di creare un unico grande soggetto nazionale.

Conviene investire su Enel?

Verrà così varato un disegno di legge che ha sancito i princìpi e le modalità per l’istituzione dell’Ente nazionale per l’energia elettrica (ENEL). L’ENEL nasce ufficialmente con la legge 6 dicembre 1962, n. 1643 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale il 12 dicembre 1962).

Enel incorporerà così più del 70% di energia elettrica distribuita nel nostro paese. In concomitanza, è stato anche istituito un indennizzo da corrispondere in 10 anni ai creditori al tasso di interesse del 5,5%.

Le prime acquisizioni hanno interessato le seguenti aziende:

  • SIP (Piemonte)
  • Edison Volta (Lombardia)
  • SADE (Veneto)
  • SEEE (Emilia)
  • OEG (Liguria)
  • SELT-Valdarno (Toscana)
  • SRE (Lazio)
  • SME (Campania)
  • SGES (Sicilia)
  • SEC (Calabria)
  • Carbosarda (Sardegna)

Enel storia: la svolta anni ‘90-2000

Alla fine del secolo scorso, Enel ha rivoluzionato il proprio asset societario.

Nel 1991, la legge 9 gennaio 1991, n. 9, ha dato il via a una prima parziale liberalizzazione della produzione di energia elettrica proveniente da fonti convenzionali e da fonti rinnovabili.

Nel luglio del 1992 il Governo Amato I ha trasformato Enel in società per azioni con il Ministero del Tesoro come unico azionista. Il Tesoro manteneva comunque poteri speciali di veto in merito a patti e accordi rilevanti, voti relativi a delibere di scioglimento, scissione, fusione, trasferimento all’estero, nomina di sindaci o amministratori.

A fine decennio, il Decreto Bersani avviava la liberalizzazione del mercato elettrico, dividendo anche Enel in tre società distinte:

  • Enel Produzione
  • Enel Distribuzione
  • Terna (poi ceduta completamente nel 2005)

Inoltre è stata stabilita per Enel una soglia massima di produzione di energia elettrica pari al 50% dell’intera produzione sul suolo nazionale per evitare monopoli.

Nel 1999 è arrivata anche la quotazione in borsa con un prezzo per titolo di 4,30 euro. Per una offerta totale di 4,183 miliardi di azioni per un valore totale di 18 miliardi di Euro.

Durante quegli anni, Enel ha anche realizzato diverse opere infrastrutturali in giro per il mondo. Uno dei più imponenti è stato realizzato di concerto con la Grecia, inaugurato nel 2002. Un collegamento tra le reti elettriche di Italia e Grecia attraverso la posa di un elettrodotto sottomarino di una lunghezza di 160 km che avrebbe unito Otranto (Puglia) con la città greca di Aetos (Peloponneso) e capace di trasportare 600 MW di energia a tensione continua.

Con l’arrivo del nuovo Millennio, Enel si è sempre più impegnata nel settore delle energie rinnovabili. A tal proposito ha realizzato il progetto Enel Green Power, società dedicata allo sviluppo e alla gestione della produzione elettrica da fonti rinnovabili.

Nel 2000 Enel attraverso la sua controllata Erga ha acquistato CHI Energy, produttore di energia rinnovabile operante negli Usa e in Canada per 170 milioni di dollari.

Enel storia: anni recenti

In anni più recenti, Enel si è impegnata per la digitalizzazione del gruppo e l’innovazione. Sempre avendo come target la sostenibilità. Ecco in sintesi i passaggi principali:

  • Gennaio 2016: Enel lancia il brand “Open Power”, presentandosi con una nuova identità visiva e un nuovo logo
  • Giugno 2016: presenta Open Meter, il nuovo contatore 2.0 automatico per sostituire i contatori elettronici tradizionali
  • Luglio 2016: lancia a Tel Aviv un Hub per l’innovazione in Israele
  • Marzo 2017: inaugura l’Innovation Hub presso la University of California a Berkeley. Per lo scouting di startup
  • Aprile 2017 Enel entra in Australia con il più grande progetto fotovoltaico “ready to build”, realizzando una joint venture con Dutch Infrastructure Fund
  • Maggio 2017: lancia E-solutions, una nuova linea di business globale che ha lo scopo di esplorare nuove tecnologie
  • Luglio 2017: si unisce a Formula E per portare a New York il primo evento a zero-emissioni nella storia del campionato[
  • Settembre 2017: Fortune la colloca tra le prime 50 aziende principali del mondo come innovazione e business
  • Settembre 2017: insieme a Enap, inaugura Cerro Pabellón, primo impianto geotermico del Sud America e primo al mondo a essere costruito a 4500 metri sul livello del mare
  • Ottobre 2017: inaugura il proprio Innovation Hub in Russia.
  • Novembre 2017 presenta E-Mobility Revolution, per installare entro il 2020 di 7000 colonnine di ricarica per i veicoli elettrici
  • Novembre 2017: il piano strategico 2018-2020, incentrato sulla digitalizzazione e sulla promozione di nuove offerte al cliente
  • Dicembre 2017: firma un accordo con Audi per lo sviluppo di servizi connessi alla mobilità elettrica
  • Dicembre 2017: Enel lancia il marchio Enel X sul mercato, sviluppando prodotti innovativi e soluzioni digitali
  • Gennaio 2018: Enel lancia un nuovo green bond in Europa
  • Febbraio 2018: diventa title sponsor della FIM MotoE World Cup e Sustainable Power Partner di MotoGP[
  • Marzo 2018: inaugura il più grande impianto solare fotovoltaico del Perù, per 170 milioni di dollari
  • Maggio 2018: diventa partner del progetto Osmose, per lo sviluppo di sistemi e servizi integrati nel settore delle rinnovabili
  • Maggio 2018: inaugura a Pisa l’Innovation Hub&Lab della Global Thermal Generation, uno spazio destinato allo sviluppo di tecnologie innovative da applicare nella generazione termoelettrica
  • Maggio 2018: si aggiudica il round finale nell’offerta pubblica per l’acquisizione di Eletropaulo
  • Marzo 2019: risulta la società più capitalizzata della Borsa Italiana con un valore di oltre 67 miliardi di euro
  • Settembre 2019: entra nell’indice STOXX Europe 50

Investire in azioni ENEL con i CFD

I contract for difference si prestano bene per investire sulle azioni, poiché ti consentono di posizionarti long o short in base alle tue previsioni rialziste o ribassiste.

Puoi anche sfruttare le potenzialità della leva finanziaria e puoi investire su uno stock senza possederlo direttamente.

Se scegli il broker giusto, puoi anche risparmiare su spread e commissioni.

Broker per investire in Enel

In questo ultimo paragrafo ci occuperemo di quest’ultimo punto. Su quale broker investire in azioni Enel? Scopriamoli di seguito.

Comprare azioni Enel con eToro

Vediamo le caratteristiche principali della piattaforma di eToro:

  • Sicurezza: eToro è una società con 3 licenze per operare (CySEC, FCA e ASIC).
  • Usabilità: semplice ed intuitiva
  • Servizi: copy trading, per copiare trader migliori; social trading, per interagire con gli altri trader; CopyPortfolios, per investire su pacchetti di asset organizzati organizzati da algoritmi automatici e tecnici in carne ed ossa; eToroX, l’exchange per comprare e vendere criptovalute direttamente
  • Spread e commissioni: inferiori alla media del mercato
  • Asset a disposizione: ne troverai tanti, divisi per mercato e settore di riferimento
  • Conto demo: 100mila euro virtuale
Iscriviti subito su eToro cliccando qui.
78% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Fare trading CFD di azioni Enel con Plus500

Plus500 è uno dei broker consigliati per comprare e vendere azioni, ecco le sue caratteristiche:

  • Sicurezza: licenze CySEC e FCA
  • Usabilità: estremamente user-friendly
  • Servizi: assistenza clienti in Live chat, alert mail per ricevere avvisi sui prezzi degli asset di interesse
  • Spread e commissioni: molto economici
  • Asset a disposizione: oltre 2.500
  • Conto demo: 40mila euro virtuali, che si ricaricano quando il conto si sta esaurendo
Iscriviti subito su Plus500 cliccando qui.
77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Trading azioni Enel con Capital.com

Capital.com sta facendo parlare molto di sé per la crescita che sta avendo in termini di utenti, sempre più affezionati a questa piattaforma:

  • Sicurezza: licenze CySEC e FCA
  • Usabilità: molto intuitiva
  • Servizi: app per la formazione aggiuntiva, Investmate; piattaforma madre integrata con intelligenza artificiale; oltre 70 tra indicatori e oscillatori di trading sui grafici
  • Spread e commissioni: in alcune coppie forex arriva anche a 0.0 pips
  • Asset a disposizione: oltre 3mila
  • Conto demo: da verificare al momento dell’iscrizione
Iscriviti subito su Capital.com cliccando qui.
79.17% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Comprare azioni Enel con OBRinvest

OBRinvest è un broker molto apprezzato per i segnali di trading che hanno una grande affidabilità e percentuali di successo:

  • Sicurezza: licenza CySEC
  • Usabilità: semplice da usare
  • Servizi: ebook e webinar per formarsi teoricamente; segnali di trading inviati da Trading central via sms; intelligenza artificiale col servizio Buzz
  • Spread e commissioni: molto convenienti
  • Asset a disposizione: numero circoscritto ed essenziale diviso per categorie
  • Conto demo: 100mila euro virtuali
Accedi ai segnali di OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Grafico Enel in tempo reale

Ecco le quotazioni in tempo reale delle azioni Enel:

Modello di business di Enel

Enel, come detto, è una S.P.A. che si occupa di produzione e distribuzione di energia elettrica, nonché di gas ed eroga diversi tipi di servizi.

All’estero, ha creato diverse partnership strategiche mediante Join venture, per la realizzazione di opere infrastrutturali.

A partire dagli anni 2000, si è concentrata sulle energie rinnovabili, per partecipare attivamente alla risoluzione delle questioni climatiche ma anche per dare un volto più green al proprio brand.

Enel e Petrolio

L’operato di Enel non può prescindere dal prezzo del petrolio. Pertanto, più esso aumenta, più anche la società aumenta il costo dei propri servizi. Sebbene, la fornitura di energia elettrica sia agganciata soprattutto al prezzo del gas.

Quest’ultimo, a sua volta, va di pari passo con quello del petrolio.

Competitors di Enel

Vediamo quali sono i principali concorrenti di Enel:

Petrobras

Petrobras è una società attiva nei settori dell’esplorazione e della produzione, della raffinazione, del marketing, dei trasporti, dei prodotti petrolchimici, della distribuzione di prodotti petroliferi, del gas naturale, dell’elettricità, del gas chimico e dei biocarburanti.

Innogy

Innogy è un’azienda impegnata nel settore energetico. Ha sede a Essen, in Germania e conta su 34,523 dipendenti.

ENGIE

ENGIE è una società che opera come gruppo energetico e di servizi. Di origini francesi, conta su 171.100 dipendenti.

Uniper

Uniper è una società di generazione e commercio di energia. Altra società tedesca, con sede a Düsseldorf, vanta 11,644 dipendenti.

Vattenfall

Vattenfall è un produttore e rivenditore di elettricità e calore. Conta su 19,150 dipendenti e ha origini svedesi.

RWE

RWE è una società di elettricità e gas che genera, distribuisce e vende elettricità, nonché produce, distribuisce e vende gas. Anche essa proviene dalla città tedesca di Essen.

Eni

Altro colosso italiano nato più o meno nello stesso periodo di Enel, negli anni è diventato un altro importante players del settore luce e gas anche a livello mondiale. Ha seguito dagli anni ‘90 lo stesso procedimento di privatizzazione di Enel.

Trovo un approfondimento sulle azioni Eni qui.

Total

TotalEnergies, precedentemente Total, è una compagnia petrolifera francese. È una delle prime quattro aziende mondiali operanti nel petrolio e nel gas naturale.

BP

BP plc, originariamente Anglo-Persian Oil Company, in passato anche British Petroleum, è una società del Regno Unito operante nel settore energetico e soprattutto del petrolio e del gas naturale. Anche essa risulta tra le prime 4 al mondo.

Previsioni sul titolo Enel e target price

Dopo il tracollo che ha colpito i mercati finanziari a fine febbraio a causa del Covid-19, le azioni Enel si sono riprese da fine maggio, tornando ai livelli pre-pandemici a luglio intorno agli 8 euro.

A inizio 2021 ha anche toccato il massimo storico sugli 8.86 euro, per poi subire una nuova flessione, con un sussulto ad aprile e un nuovo calo, rientrando in area 8 euro per azione.

Il titolo sembra consolidato su questa zona, sebbene alcuni analisti vedano possibili nuovi top in area 8.20 euro per azione.

Il titolo è fortemente collegato anche alla questione Covid-19. Più si rientrerà alla normalità e ci sarà una ripresa industriale, più può trarne benefici. Occorrerà anche vedere come Enel proseguirà nella sua transizione ecologista. Ormai fondamentale anche per una questione di brand.

Comprare azioni Enel: le FAQ

Chi è Enel?

E’ nata ad inizio anni ‘60 con l’intento del governo di unificare sotto un’unica società circa il 70 percento dei produttori di elettricità e gas sparsi per il territorio italiano.

Formato come colosso statale, dagli anni ‘90 è diventato sempre più un soggetto privato, con il Ministero delle finanze che ha comunque mantenuto una posizione privilegiata.

Conviene comprare azioni Enel?

Grazie al trading CFD potrai sfruttare sia i rialzi che i ribassi del titolo. Che, come visto, sono frequenti.

Dove comprare azioni Enel?

Puoi provare su eToro e Plus500.

Comprare azioni Enel

Conclusioni

Enel è una società nata nel 1962 al fine di unificare, sotto un’unica grande società statale, le molte società dislocate sul territorio italiano dedite alla produzione e alla distribuzione di gas e corrente elettrica.

A partire dagli anni ‘90, Enel è stata gradualmente privatizzata, sebbene lo stato abbia mantenuto la Golden share. E’ stata anche quotata in borsa.

Le azioni Enel hanno risentito del Covid-19 ma si sono riprese da maggio 2020, registrando anche un nuovo record storico.

Tuttavia, nel corso del 2021 hanno risentito di una nuova incertezza, tornando intorno ad area 8 euro.

Puoi comunque approfittare di queste oscillazioni tramite il trading CFD usando broker legali e sicuri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Consigliati

DA LEGGERE

3 Piattaforme di trading online migliori del 2022

0
Quali sono le migliori piattaforme di trading online? Come distinguere le piattaforme di trading online truffa? Quali caratteristiche devono avere le migliori piattaforme di...